Semaforo T-red, il test: 100 infrazioni al giorno. Passano col rosso bus, taxi e ambulanze fuori servizio

Cento rilevazioni al giorno per 20 giorni. Il 20% per l’alt bruciato, per l’80% invasione di corsia. Da lunedì 8 luglio si fa sul serio: cominceranno le multe

La volontà non è quella di incassare ad ogni costo, tanto che il primo semaforo intelligente, che sarà attivo da lunedì 8 luglio all’incrocio Europa/Isonzo/Timavo multerà solo con rosso e allungherà il giallo (previsto secondo norma per 3 secondi per strade percorribili a 50 km/h come quelle in questione, per 4 su strade percorribili a 60 km/h e per 5 su strade percorribili a 70 km/h) per 5 secondi, quindi dando a chi ha già impegnato l’incrocio il tempo di passare comodamente. La sanzione scatterà solo quando il veicolo avrà almeno 2 ruote fuori dalla riga di stop e non basterà, quindi una ruota sola. Chiaro che 20 veicoli al giorno che bruciano il rosso corrispondono ad altrettanti potenziali incidenti mortali o gravissimi in uno degli incroci più pericolosi della città. Si spera che il nuovo semaforo riduca di molto il malcostume come il “celeritas”, misuratore di velocità media (praticamente un tutor) ha abbattuto l’incidentalità in sopraelevata

Sconcertanti i risultati del test durato 20 giorni

Circa 100 le infrazioni ogni giorno, 20 delle quali relative al mancato rispetto del rosso e 80 il mancato rispetto della segnaletica orizzontale e delle corsie di canalizzazione. Sono commesse in prevalenza da moto e scooter, ma ci sono anche auto, bus, taxi e ambulanze non in emergenza e che quindi sono tenute a rispettare le regole di tutti gli altri mezzi.

Le sanzioni

Passare col rosso “costa” 163 euro di giorno e 217 di notte ai quali si aggiunge la sottrazione di 6 punti dalla patente e la sospensione della medesima da 1 a 3 mesi alla seconda infrazione in 2 anni. La sanzione per l’invasione di corsia è di 41 euro di giorno e 54 di notte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: