comune 

Minori sbarcati dalla Cigala Fulgosi trasferiti, interrogazione Pd al Sindaco

Il gruppo a Tursi: <Sono stati spostati in altre città italiane, contrariamente alle dichiarazioni dello stesso Bucci che si era impegnato a farli rimanere a Genova>

Il Gruppo Pd del Comune di Genova annuncia un’interrogazione urgente al sindaco Marco Bucci per il necessario aggiornamento sulla sorte dei ventotto (su trentadue) minori non accompagnati che sono sbarcati a Genova il 2 giugno scorso e che sono stati trasferiti in altre città italiane, contrariamente alle dichiarazioni dello stesso sindaco che si era impegnato a farli rimanere a Genova. La decisione del trasferimento è stata presa senza darne informazione ufficiale ed è stata segnalata dalle strutture che si occupano di accoglienza e integrazione dei minori non accompagnati. Decisione che soprattutto non risulterebbe essere stata tempestivamente comunicata agli stessi minorenni che, anche in questo caso, sarebbero stati trasferiti da una città all’altra, senza alcun coinvolgimento, senza preavviso e senza la necessaria preparazione. Solo quattro minori dei trentadue sbarcati sono rimasti in città, a fronte del diniego espresso in tal senso dalla Procura per i Minorenni. Il sindaco Bucci, al momento dello sbarco dal pattugliatore Cigala Fulgosi della Marina Militare Italiana, aveva preso posizione affermando che i minori non accompagnati avrebbero trovato accoglienza a Genova nelle strutture predisposte, aggiungendo che probabilmente vi sarebbero rimasti fino al raggiungimento della maggiore età. Il brusco cambio di rotta necessita di una spiegazione, ancor più trattandosi di minori aventi diritto al massimo della tutela possibile. E’ necessario appurare anche se il tutore, in questo caso il Comune di Genova nominato dal Tribunale dei minorenni , nel rispetto dell’obbligo di svolgere il ruolo in conformità al principio dell’interesse superiore del minore, valutando il trasferimento, abbia effettuato, per ciascuno di essi, tutte le opportune verifiche e considerazioni sulla base della storia e dei bisogni individuali del singolo. Ci si chiede se, quindi, i diritti di ciascun minorenne ed il suo superiore interesse siano stati tenuti nella dovuta considerazione.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: