Annunci
Ultime notizie di cronaca

Nave carica di armi, Filt Cgil: “Faremo tutto il necessario per impedire l’attracco”

La Filt Cgil di Genova< farà tutto il necessario per impedire l’imbarco di materiale bellico nel nostro porto> lo annunciano Enrico Poggi ed Enrico Ascheri di Filt Cgil Genova. <Sentiti anche i delegati delle imprese portuali 
appartenenti alla nostra organizzazione, invitiamo tutte le autorità 
competenti a non mettere a disposizione della nave Bahri Yanbu lo scalo 
di Genova o altri scali sul territorio nazionale, riteniamo che per tale 
caso intervenga il Ministero degli interni, per mantenere fede ai 
trattati internazionali sulla difesa dei diritti umani> dicono al sindacato.
Poggi segretario generale Filt Cgil Genova insieme a Igor Magni segretario generale Camera del Lavoro di Genova, aggiunge che il sindacato ritiene <che il nostro Governo, anziché gridare alla chiusura dei porti alle navi che trasportano uomini donne e bambini, in fuga da guerre, carestie, fame e violenze e in cerca di salvezza, rispettando i trattati internazionali firmati anche dall’Italia, a difesa dei diritti umani e contro i conflitti armati che solo nella guerra nello Yemen, possibile destinazione delle armi in questione,  in 4 anni ha già causato 60 mila morti e milioni di sfollati, dovrebbe intervenire e chiudere i nostri Porti per evitare che la nave saudita possa caricare armi anche dal nostro Paese. La Camera del Lavoro e la Filt Cgil Genova a fianco dei lavoratori del loro Porto ribadiscono la necessità di negare l’attracco alla nave “Bahri Yanbu” perché non deve essere il porto di Genova ad alimentare conflitti armati che violano i diritti umani>.
Contraria all’attracco anche una lunga serie di associazioni.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: