Vicenda Carleo, la Lista Crivello chiede a Bucci di “fare chiarezza”

Dopo il 25 Aprile la Lista Crivello del municipio Levante e del comune chiede a Marco Bucci di fare chiarezza sulla “vicenda Carleo”. Ecco l’appello della lista.

Ieri è stata una bella manifestazione! Genova ha celebrato il 25 Aprile con una partecipazione significativa di cittadini, con molti giovani che hanno sfilato in un corteo colorato, cantando canzoni e slogan che esaltavano la Resistenza, la Costituzione, la Democrazia. Tutto in maniera molto composta e civile. Nessuna contestazione. Nessun fischio. Bucci e  Toti hanno fatto la loro parte e la Piazza ha apprezzato. Giovanni Maria Flick ha fatto un’orazione ufficiale di grande valore, riaffermando i principi della memoria con lo sguardo rivolto al futuro. 
Abbiamo atteso il giorno dopo l’anniversario della Liberazione per ribadire che le parole espresse in piazza Matteotti devono trovare conferma nell’agire politico e istituzionale di tutti i giorni. 
Chiediamo a Bucci che intervenga nella vicenda “Carleo”, un Presidente di Municipio, che rappresenta le istituzioni del Levante, non può esaltare Mussolini. Si tratta di dichiarazione di stampo fascista, contro la legge e contro la Costituzione, un’offesa grave alla Resistenza e alla Democrazia. 
Il Sindaco intervenga! 
La Lista Crivello  del Levante, come previsto dal regolamento, raccoglierà le firme affinché in Consiglio Municipale, il Presidente spieghi ai rappresentanti delle istituzioni e ai cittadini il suo sconcertante comportamento.
Il nostro è innanzitutto un appello ai rappresentanti del Pd e del Movimento 5 Stelle perché si possa procedere insieme verso tale obiettivo, per riaffermare i valori condivisi dai quali nessuno si può sottrarre

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: