Plinio: “Bucci e Toti non onorano il sangue dei vinti. Giudichino gli elettori di centrodestra”

L’esponente di CasaPound aveva lanciato un appello al Sindaco e al Presidente della Regione che, però, hanno deciso per un’altra linea riuscendo a evitare i fischi durante le orazioni del 25 Aprile in piazza Matteotti

<È grave che né il sindaco Bucci e neppure il presidente Toti abbiano speso una sola parola per ricordare anche il sangue dei vinti. Così come è penoso che il Comune di Genova e la Regione Liguria non abbiano deposto corone anche al Sacrario della Rsi nel cimitero di Staglieno ove sono tumulati  1500 Caduti>. La critica arriva da Gianni  Plinio di Casapound Italia, che prosegue: <Anche quei caduti erano dei genovesi e degli italiani :alcun i giovanissimi. Li andremo ad onorare domenica mattina con una santa messa in suffragio promossa dalla Associazione Famiglie Caduti e Dispersi Rsi. Giova ricordare che all’epoca della Giunta Biasotti, si conviene tra persone civili, la Regione Liguria deponeva corone sia sui cippi partigiani sia al Sacrario Rsi senza che nessuno avesse qualche cosa da ridire.
<Giudichino, poi, gli elettori soprattutto di centrodestra il silenzio di Bucci e Toti di fronte ad uno striscione offensivo e minaccioso come quello inalberato in piazza Matteotti dai soliti nostalgici della guerra civile. Svista o altro?> conclude Plinio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: