Annunci
Ultime notizie di cronaca

Parchi di Nervi, regole quasi rispettate. Partita di pallone nel roseto

Qualche intemperanza nel tardo pomeriggio, a cui la pioggia ha messo fine. La cronaca della giornata degli Amici dei parchi

Pasquetta tranquilla, con sorveglianza di carabinieri e guardie zoofile e qualche intemperanza solo nel tardo pomeriggio, tempestivamente spenta dalla pioggia. Ecco cosa è successo oggi ai parchi di Nervi secondo Paolo Sassetti dell’associtazione “Amici dei parchi di Nervi”.

<Genovesi bravissimi, con lo sbrago finale verso le 17 – racconta Sassetti -. Grazie alla giornata di sole, sono arrivati a centinaia per fare il picnic nei parchi. Purtroppo i cestini della spazzatura erano stracolmi dagli ultimi tre giorni di festa in cui nessuno li ha svuotati>.

<Dai giochi dei bambini le toilette erano di nuovo chiuse – prosegue Sassetti – Quasi tutti hanno rispettato l’appello dell’ assessore ai lavori pubblici Paolo Fanghella a rispettare responsabilmente i prati seminati per poterli godere più belli fra qualche mese. Grazie ai controlli costanti delle guardie zoofile nell’ultimo anno, a qualche blitz della polizia locale e ad un giro preventivo dei Carabinieri intorno alle 11 di stamattina, nel corso del quale i militari hanno fatto rimuovere una tenda, incredibilmente nessuno è entrato nei prati recintati, parte un bimbo piccolo col suo papà. Tutti si sono accampati come al solito nei prati liberi con tovaglie e biciclette e hanno giocato partite di pallone secondo la tradizione di Pasquetta. Purtroppo l’hanno fatto anche al Roseto in mezzo alle preziose piante di rose che stanno incominciando a fiorire. Nel pomeriggio, intorno alle 16, molti ragazzi non ce l’hanno più fatta e c’è stata qualche partita di pallone sui prati recintati. Tutto finito alle 17:30 quando ha incominciato a piovere. Oggi non si sono visti gli agenti della polizia locale nei parchi Ma c’erano a lavorare guardie zoofile e carabinieri ed una rappresentanza dei consiglieri comunali del MoVimento5Stelle, capeggiata da Maria Tini, che voleva toccare con mano la situazione reale dei parchi. Fa comunque molto piacere che i Genovesi inizino a rispettare il regolamento comunale dei parchi e questo è merito senza dubbio delle guardie zoofile che da un anno costantemente invitano le persone a farlo, anche con qualche multa>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: