A Genova il primato dei morti per incidente. Ecco cosa sta facendo Tursi

Genova ha il primato di incidenti mortali e invalidanti a livelli nazionale. Lo hanno detto stamattina l’assessore comunale Stefano Garassino e il comandante della polizia locale Gianluca Giurato. Le cause: uso di alcol e velocità. Record sulla strada Guido Rossa rilevati 160 km/h.

Uso del telefono: pattuglie in moto in abiti borghesi

Sono stati 24 i morti per incidente stradale a Genova nel 2018, già 3 nnel 2019. <Altrettanto grave il fenomeno delle lesioni invalidanti – ha detto Giurato – Sfatiamo la leggenda che le sanzioni servono a fare cassa: non facciamo cassa, ma sicurezza. Non dimentichiamo che in diverse circostanze le auto in sosta vietata hanno bloccato, anche di recente, i veicoli di soccorso. Solo stamattina mi sono arrivate ben 3 segnalazioni di cittadini>.
Giurato ha spiegato che, oltre all’educazione stradale nelle scuole (esiste uno specifico progetto) e alla prevenzione, la repressione è fondamentale.

Tutti i nuovi strumenti a disposizione

<È stato fatto un investimento notevolissimo da parte dell’amministrazione – ha proseguito Giurato -, acquistando quegli strumenti che servono a combattere gli incidenti: 25 etilometri, che non producono denaro per l’amministrazione, ma denunce penale, ed 11 telelaser. La velocità è con la guida in stato di ebbrezza, la principale causa di incidente. Non è infrequente che sulle strade della città si raggiungano anche140 km/h. Ad esempio in corso Europa, in Lungobisagno Istria. Sulla strada Guido Rossa sono stati toccati i 160 km/h dove la velocità massima è i 70 m/h>.

Giurato ha spiegato che in Veneto controlli strettissimi sulla guida in stato di ebbrezza ha diminuito del 90% gli incidenti legati all’abuso. Rispondendo a una domanda, ha anche detto che vengono comminate anche sanzioni ai pedoni se il loro comportamento mette a rischio la sicurezza.

L’analisi delle criticità per attaccare i problemi dalla parte giusta

Il Comandante ha spiegato che è partita un’analisi statistica dei fenomeni che causano gli incidenti a Genova, molto importante perché permetterà di incidere con precisione. Molte sono le cause: non solo velocità e ubriachezza. Non si esclude che in certi casi sia da rivedere anche la segnaletica ed adeguarla alle esigenze.

<Il Corpo cresce a una velocità anche io non mi aspettavo – ha spiegato Giurato -. Grazie ai miei collaboratori, nessuno escluso, e all’amministrazione arrivano i risultati. Il Comune ha fatto un grande investimento in termini di risorse tecniche e umane. Quest’anno sarà rinnovato il 52% degli autoveicoli. Punto anche a due nuove moto da strada e a 2 enduro per muoversi più velocemente sul territorio in circostanze e territori particolari>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: