Economia, Confindustria: dati negativi, ma l’effetto crollo non è stato così devastante come si temeva

“Effetto Ponte”, rispetto alle previsioni catastrofiche l’impatto sull’economia genovese, che ha dovuto fare i conti anche con un <rallentamento generale dell’economia>. Lo ha detto oggi il presidente di Confindustria Genova, Giovanni Mondini che ha presentato gli indicatori del secondo semestre 2018 e le previsioni per il 2019.

Ci si attendeva una perdita di valore aggiunto nelle attività portuali e logistiche e 178 milioni di euro (in media). I più pessimisti pensavano addirittura che la perdita sarebbe arrivata 205,7 milioni di euro mentre è stata invece limitata a 56,6 milioni. La differenza rispetto ai timori registrati nel novembre 2018 è stata di -121,7 milioni.
Per quanto riguarda la perdita di valore aggiunto nell’industria, a novembre, la previsione media era di una 54,5 milioni con una previsione ottimistica di 24,3 milioni mentre quella pessimistica arrivava a 97,3 milioni. I dati della gennaio 2019 parlano invece di 48,6 milioni, cioè 5,9 milioni in meno della dato bilanciato di previsione. Gli extra costi per il personale dipendente erano stati valutati in media in 68,2 milioni con una previsione pessimistica di 121,7 milioni. La spesa reale invece è stata pari a zero. Per quanto riguarda gli spostamenti casa-lavoro la previsione del novembre 2018 era di 64 milioni di spesa. Sono stati 54. Anche la minore propensione al consumo è stata più ridotta non solo della previsione media di novembre (27 milioni) ma anche di quella più ottimistica (21,6 milioni). Il dato ufficiale del gennaio 2019 è di 13,5 milioni di euro.

Nella seconda parte del 2018 si è registrato un calo del 2,2% del fatturato Italia dell’industria mentre quello della logistica è stato del 1,4%. Il traffico dei contenitori in porto è diminuito del 5,4%. Si è così interrotta la serie positiva che durava da 4 semestri. Le previsioni parlavano di un’ulteriore incremento, ma quella che Confindustria ha chiamato “Gelata del 14 agosto” ha fermato la serie positiva. La previsione del primo semestre 2019 è di un ulteriore calo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: