Annunci
Ultime notizie di cronaca

Nave abbandonata dall’armatore, equipaggio sfamato dagli operai delle Riparazioni Navali

La “Le Rif” è arrivata dalla Spezia l’8 gennaio, ha ormeggiato nelle acque delle riparazioni navali e da lì non s’è più mossa. A bordo ci sono 7 persone di equipaggio, ostaggio del loro lavoro. Hanno finito il cibo, l’armatore, la Detroit World Logistics Maritime Sa. con sede a Tangeri, non riempie la cambusa. La nave, varata nel 1980, che questa mattina è stata sequestrata dal tribunale di Genova, è una ro-ro passeggeri che batte bandiera marocchina, come marocchina è la nazionalità dell’equipaggio. Nessuno può scendere dalla ro-ro dove, per questioni legate alle leggi sulla sicurezza, ci devono essere come minimo 7 persone di equipaggio, tante quante sono presenti al momento.
È sole il grande cuore degli operai delle Riparazioni Navali a permettere a questi uomini di mangiare. Da mesi non percepiscono lo stipendio, da mesi non mandano soldi a casa e anche le loro famiglie sono in difficoltà.

L’ambiziosa newco Detroit World Logistic Maritime, del gruppo Rahmouni / El Ghazoui, era stata fondata nel 2016, che si proponeva di operare tra Tangeri e Algiasiras. Aveva rinnovato la “Le Rif”, comprata all’asta per un milione di euro.

La nave (l’unica dell’armatore tangerino), acquistata all’asta per 1 milione di euro, inizialmente era in bacino di carenaggio a Malaga, ma dopo varie controversie sul costo della ristrutturazione, senza motore fu rimorchiata a Napoli dove l’intervento proseguì con l’obiettivo di iniziare le rotte nel settembre 2017. I lavori erano stati affidati alla società Jobson Italia (parte dell’omonimo gruppo internazionale), con sede alla Spezia.


Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: