Annunci
Ultime notizie di cronaca

Spiagge, proroga delle concessioni della Regione bocciata dalla Corte Costituzionale

È stata bocciata dalla Corte costituzionale la legge regionale del 2017 che ha allungato le concessioni demaniali di spiagge e arenili portandole da un minimo di 20 anni e una massimo di 30 anni. La Regione, ha stabilito la Corte Costituzionale, non ha titolo per decidere sulle concessioni, materia esclusiva dello Stato.
Con la sentenza depositata oggi, la prima del 2019, relatore il giudice Mario Rosario Morelli, il principale organo di garanzia costituzionale previsto nella Costituzione italiana vigente ha giudicato illegittima la legge della Regione Liguria perché intervenendo sulle <nuove concessione demaniali – c’è scritto nella sentenza – viene a disciplinare un oggetto, la durata, appunto, dell’affidamento in concessione, che è riservato alla competenza dello Stato in materia di tutela della concorrenza. E su tale materia incide, per di più, in modo particolarmente accentuato, in ragione della eccessiva estensione della durata delle concessioni in atto, poiché, anche alla luce del diritto europeo, durate eccessive stimolano gestioni inefficienti>.
Tuttavia, per almeno 15 anni, le concessioni non saranno a rischio. È intervenuta infatti la finanziaria, legge dello Stato, a congelare le concessone.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: