Annunci
Ultime notizie di cronaca

Centro Ovest, bocciati bilancio e piano triennale. Il M5S gira le spalle alla Lega. Il Pd: “Falcidia si dimetta”

In Municipio è mancato l’appoggio dei pentastellati che hanno fino ad ora garantito la maggioranza di centrodestra esprimendo anche il vice presidente

Il Consiglio del Municipio II Centro Ovest ha espresso parere contrario sul piano triennale dei lavori pubblici e sul bilancio comunale di previsione <perché  dice il Pd – non vengono assolutamente presi in considerazione i bisogni dei cittadini di Sampierdarena e di San Teodoro>. Lo dice il gruppo Pd del parlamentino che chiede le dimissioni del presidente Renato Falcidia (Lega), che ha dato parere favorevole appoggiando il documento di Tursi con la legga e Forza Italia. Ad affondare il documento nel Municipio Centro Ovest, insieme alla minoranza, è stato il M5S che ha fino ad ora fornito l’appoggio al centrodestra che da solo non ha i numeri per garantirsi la maggioranza. Il MoVimento esprime il vice presidente, Michele Colnagi.
<Non siamo in grado di votare il piano triennale e il bilancio perché è una cambiale in bianco – ha detto il pentastellato Luciano Cavazzon nella dichiarazione di voto -. Leggo alcune cose sulla mission del bilancio che mi lasciano perplesso. Per firmare una cambiale in bianco bisogna aver fiducia. Stimo l’assessore al Bilancio del comune Pietro Piciocchi, ma certe problematiche vengono calate dall’alto>. Cavazzon ha citato le linee programmatiche sul commercio in cui si parla di incentivare i Civ <ma poi penso a Esselunga> ha aggiunto.
<In sostanza, si è zittito il Municipio perché col voto contrario non è stato possibile trasmettere al Comune le integrazioni con le relative aggiunte di lavori per il territorio e a favore della cittadinanza di Sampierdarena e San Teodoro – commenta Falcidia -. A questo punto, nonostante gli sforzi per trovare una soluzione condivisa, agli uffici di Palazzo Tursi arriverà solo uno sterile parere negativo. Si è trattato di una mera strumentalizzazione politica, che ha impedito al territorio di far sentire la propria voce e le sue legittime richieste. Un’occasione persa per la nostra delegazione, che oggi più che mai necessita di impegno e maggiore attenzione mettendo da parte i colori politici. Ciononostante, come giunta municipale e coalizione di centrodestra, continueremo a portare avanti nelle sedi opportune i progetti e le istanze del territorio a beneficio dei cittadini>.
Per il gruppo del Pd <Vengono completamente deluse le aspettative create in campagna elettorale, prima dal sindaco e poi dall’allora commissario/candidato che vinse con slogan del tipo “Prima il nostro Quartiere” ed oggi resta “seduto” sullo scranno da Presidente, anche se noi proprio a partire dal voto di questa sera chiediamo le sue dimissioni. Nel Documento Unico Programmatico non si tiene conto neppure del fatto che il Centro Ovest è il Municipio coinvolto direttamente dal crollo del ponte Morandi con quello che ne è conseguito in perdita di vite umane, per gli sfollati, per i residenti, compresi coloro che continueranno a vivere nelle aree limitrofe al cantiere per la demolizione e costruzione del nuovo viadotto sul Polcevera. Nel Piano triennale, vi sono solamente due interventi reali dedicati al nostro territorio per l’anno 2019: un intervento di edilizia scolastica presso l’I.C. Sampierdarena di Piazza del Monastero e la realizzazione del lotto 1 dei lavori di impermeabilizzazione e giunti del tratto Via Buozzi-Via Adua. In pratica, i residenti del nostro territorio dovranno accontentarsi di vedere esclusivamente i cantieri dei progetti del bando per la riqualificazione urbana delle periferie voluti e finanziati dal precedente governo di centrosinistra; rispetto a questi progetti, per ora, stanno procedendo solo i lavori presso il Centro Civico Buranello e l’area zona trenta oltre che un inizio di cantierizzazione per il restauro dei magazzini del sale. Invece non sono neppure ancora iniziati lavori di Piazza Treponti e del Palazzo della Fortezza e dell’ex mercato ovo-avicolo del Campasso>.
<Durante la campagna elettorale sono stati promessi “5 milioni di euro ai Municipi”, eppure, da quando si è insediato, il sindaco sembra si sia scordato dell’importanza del decentramento – continuano i consiglieri democratici del Municipio -. Infatti, dapprima ha tagliato definitivamente i fondi di spesa autonoma dei Municipi (ovvero quei fondi su cui la giunta municipale è libera di decidere come impiegare sul territorio) di ben 400 mila euro, poi  limitando  l’autonomia decisionale dei Municipi sui patrocini  degli eventi del territorio, persino sui pochi fondi rimasti non vi è più l’autonomia decisionale del Municipio, si è arrivati persino all’accorpamento delle figure dirigenziali dei Municipi  allungando i tempi di realizzazione dei lavori pubblici sui territori>.

In consiglio non sono passate le osservazioni inserite nel documento presentato dal PD con gli interventi fondamentali per il territorio, quali: l’utilizzo di spazi pubblici e di edifici pubblici in stato di abbandono per fini produttivi, commerciali, associativi; il recupero delle creuze storiche, quali salita Millelire, salita degli Angeli, salita San Francesco da Paola, scalinata Belvedere, salita Bersezio, salita Dante Conte; la disponibilità dei voltini, siti in via Buranello, di proprietà di RFI ad uso associativo, commerciale e/o per servizi di igiene urbana (es. ecopunti); la realizzazione di un collegamento stradale più efficiente e più decoroso tra via Fillak e via Spataro; la rivalutazione delle ville storiche all’interno di percorsi culturali; la riqualificazione dei parchi pubblici e la loro manutenzione, come Villa Scassi, Villa Giuseppina; la rivalutazione dei campi sportivi del nostro territorio (campo Morgavi, campo Granarolo, etc) attraverso la creazione di un distretto sportivo sulle alture; la realizzazione di un collegamento tra i vari forti presenti sulle nostre alture (forte Belvedere, forte Crocetta, forte Tenaglie, etc) in un percorso storico-culturale in ambito turistico; la ristrutturazione e la manutenzione straordinaria e ordinaria del cimitero della Castagna e degli Angeli; il risanamento della zona compresa tra Piazza Barabino e il quadrilatero Avio-Molteni; interventi di decoro urbano attraverso risorse per le aree verdi, la pulizia e la sorveglianza soprattutto per quanto riguarda l’abbandono dei rifiuti ingombranti lungo le strade del Municipio Centro Ovest.
<Riteniamo fondamentale, oltre al miglioramento dei servizi socio-assistenziali, del trasporto pubblico, della nettezza urbana, un piano di interventi di manutenzione su strade e aree verdi più intensi sul territorio, in particolar modo per quanto riguarda l’edilizia scolastica – proseguono i democratici del centro ovest -. Argomento caro al Municipio Centro Ovest, da sempre contraddistinto per un elevato numero di edifici destinati alla pubblica istruzione. Tali interventi e tali opere sono necessari per la riqualificazione urbanistica del territorio del Municipio Centro Ovest e senza essi Sampierdarena e San Teodoro rischiano un continuo decadimento e un degrado tale da rendere difficoltoso e dispendioso un intervento futuro. Pertanto, auspichiamo che nel proseguo dell’iter di approvazione del piano triennale, l’attuale amministrazione comunale possa reperire le risorse necessarie a soddisfare i punti sopra elencati per un risanamento territoriale>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: