Annunci
Ultime notizie di cronaca

Comune, contratto decentrato, Uil non firma: “Assurdo il referendum su quanto già stabilito dal contratto nazionale”

Aumenti di livello (e di stipendio) per merito e non per anzianità, UilFpl: <lo strumento valutativo usato fino ad oggi non è per nulla oggettivo e meritocratico, ma totalmente discrezionale>
<La UILFPL è consapevole che il CCIA comprenda vari punti interessanti, ma ritiene che ne comprenda altrettanti critici e che la mancata valorizzazione di questo principio contrattuale sia una pessima tutela per i dipendenti comunali, soprattutto alla luce del fatto che lo strumento valutativo usato fino ad oggi non è per nulla oggettivo e meritocratico, ma totalmente discrezionale> lo dicono Paolo Badalini della Segreteria UIL FPL Genova e Liguria e Luciano Aresu UILFPL COMUNE di Genova.
<Inoltre, che lo strumento della valutazione faccia acqua da tutte le parti, è cosa risaputa e rilevata da tempo – continuano -. La non firma dell’intesa da parte della UIL FPL è da ritenersi un fatto del tutto eccezionale a riprova della inaccettabile proposta di contratto decentrato consegnata dall’amministrazione. È inammissibile escludere l’esperienza lavorativa acquisita dai requisiti utili ai fini del passaggio da una categoria economica a quella superiore, lasciando di fatto esclusivamente la valutazione del dipendente quale unico strumento, nonostante il contratto collettivo nazionale valorizzi l’esperienza acquisita. Per questi motivi riteniamo che la rilevanza dell’esperienza lavorativa non dovrebbe neppure essere portata a referendum, ma pretesa in sede di contrattazione. Resta da domandarsi perché per gli altri non conti. Richiamiamo la vostra attenzione sui contenuti del quesito referendario e auspichiamo che il voto non annulli un principio avallato sia dal contratto collettivo nazionale di lavoro che dalla nostra posizione. Ricordiamo, infine, che quando si parla di accordi che dal 2019 introdurranno anche il requisito dell’anzianità, si spaccia per fatto acquisito una mera promessa che come tale, questa amministrazione, può disattendere. In conclusione si è creato un pericoloso precedente che non doveva essere assolutamente consentito: infatti che vieterà al sindaco nel 2019 di impartire una direttiva alla delegazione trattante di perseverare nella linea di condotta attuata nel 2018?>
Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: