Le ultime notizie

Cenerentola e la sindrome delle sorellastre

Le prodezze culinarie di Renata Briano per me sono diventate un clou domenicale. Ieri, per esempio, la parlamentare europea che, fatto rientro a Genova si rilassa nella sua cucina, proponeva, con tanto di immagine, sulla sua pagina facebook una fantastica pizza ripiena di pomodorini e melanzane affogate nella mozzarella. Eppero’ nell’occasione a colpirmi è’ stato un altro post, meno casalingo e più nel l’interpretazione femminista d’antan, nel quale la Renata prendeva con coraggio le difese del ministro Maria Elena Boschi. Perché in questo periodo di sovraesposizione mediatica per prendere le difese della “Trilly” del Governo che è nel contempo la madrina della riforma costituzionale ci vuole del coraggio. Nel pianeta sospeso fra il si è il no la Renata che fu in un recente passato civatiana, prima di diventare paladina del si, rischia di interrompere antiche e affettuose amicizie. Ma si vede che di fronte alle frecciate delle colleghe che invidiose, come le sorellastre di Cenerentola, hanno preso di mira il tacco 12 della vestale di Renzi, non c’è l’ha fatta a non intervenire con un lungo e piccato post dando a tutti noi, malpensanti, una lezione di vetero-femminismo “Le mie scarpe preferite? Gli scarponi da montagna… Ma amo moltissimo anche le scarpe con il tacco che non porto quasi mai perché non ci so camminare. Parto da qui per una breve riflessione sui post bacchettoni e spesso ipocriti che ho letto su come era vestita la Ministra Boschi l’altra sera a Porta a Porta. Un argomento completamente estraneo alla politica che dovrebbe occuparsi di contenuti e idee e non di moda o aspetto fisico.
1) in genere non si sente mai criticare un politico maschio per come si veste
2) molti criticoni, soprattutto a destra, sono quelli che non vogliono che le donne si mettano il burkina…. ma nemmeno i tacchi e la minigonna
3) la cosa più incredibile sono stati i commenti di alcune donne di sinistra, quelle con cui condivido da sempre gli stessi ideali, che accecate dall’odio per il Governo, si sono accanite contro il tubino grigio e i tacchi della Boschi con tanta cattiveria da non credere… ecco questa è la cosa che ha fatto più male”.
Ed ecco il problema le donne di sinistra sono al pari di quelle di destra pettegole e maligne. Anzi, di più, anche un po’ meschine. Perché, almeno a quanto sostiene la Renata, si accaniscono contro la povera Boschi, non tanto per Banca Etruria, come ha fatto il maschilista e rozzo Salvini, ma, egualmente strumentalmente sul tacco 12 e il tubino grigio che la Boschi ha indossato nel confronto con Parisi per partecipare al porta a porta di Bruno Vespa. E a dire il vero, comunque, a parziale redenzione di quelle, alcune donne di sinistra, che si sono accanite con il tubino grigio e i tacchi della Maria Elena pubblichiamo un gustoso commento comparso qualche giorno fa su TgCom 24, nella rubrica look da Vip, sezione l’angolo della vipera. “Il suo tubino grigio e il tacco dodici hanno focalizzato l’attenzione del pubblico. La ministra lo indossava già la mattina, quando con il ministro Martina siglava l’accordo per la vendita del tabacco italiano. Quel vestito non è passato inosservato nemmeno nei giorni scorsi. Maria Elena Boschi lo ha già messo in mostra in diverse occasioni, la più recente durante il viaggio istituzionale in Sudamerica, anche lì per presentare la sua riforma. Grigio (un colore neutro che la Boschi ha sempre apprezzato), sagomato ma senza scollatura, un accenno di manica sulla spalla: femminile ma discreto. Analizzando bene quel vestito possiamo scoprire che si tratta di un abito Zara alla portata di tutti. Meno di 50 euro: 39,95 per l’esattezza. Una cosa che un po’ sorprende dato che in diverse occasioni Maria Elena Boschi aveva fatto sfoggio di dettagli non proprio a buon mercato (pensiamo al vestito Emilio Pucci indossato in Senato o alla Louis Vuitton da 1.400 euro che aveva a Villa d’Este e le varie Prada e Fendi)”. Perché la politica, specie quella fatta in televisione, non può essere separata dal pettegolezzo spicciolo che ne costituisce ormai parte integrante. Quindi perché imbarazzarsi se i pensieri delle colleghe, di sinistra, per giunta, si sono materializzati sulle loro bacheche social? Del resto anche la Boschi sta al gioco ed è consapevole del proprio ruolo e della sua avvenenza. Due anni fa, nel salotto delle invasioni Barbariche della attuale direttore di Rai Tre Daria Bignardi – quella che, preso il bastone del comando, aveva affermato, con tanto di circolare, che negli studi televisivi occorresse avere un abbigliamento dignitoso – la Boschi aveva avvertito “Giudicatemi per le riforme e non per le mie forme”. Per poi focalizzare meglio, a beneficio di Bruno Vespa “Non credo bisogna mortificare la propria femminilità per essere più credibili e per sembrare più serie”.
Insomma l’intervento della Briano, con tanto di endorsement per lo scarponcino da montagna, che in epoca di consultazione per una neorenziana sembrerebbe un po’ in controtendenza perché fa tanto partigiano, andrebbe ascritto nell’elenco delle utopie insieme alla lotta alla deforestazione, ad una miglior suddivisione delle quote di tonno rosso e al cinghiale bianco. Comunque per la Briano, mamma, cuoca, naturalista e, al momento eurodeputata del gruppo Pd, onore al merito, perché almeno lei, donna fra le donne, ci prova. E morale.
Morale 1) I tacchi alti fanno diventare una donna il 25% più dominante, il 50% più sicura di se stessa e il 100% più sexy. (Marilyn Monroe).
Morale 2) I sandali non sono troppo rivelatori per essere portati in città, dato che non hanno né davanti né dietro, ma sono soltanto suola e lacci di cuoio.(Pierre Laboutin, Direttore di Vogue, 1939)

Il Max Turbatore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: