Si ferma a fare pipì sul marciapiede e finisce in manette

È costata cara a un pregiudicato ventitreenne la decisione di fermarsi a far pipì in via Gianelli, stanotte all’1,30. Si è fermato con il suo scooter per orinare sul marciapiede noncurante della presenza di una volante ferma nella via. Autore del gesto un ucraino di 23 anni pluripregiudicato che, in preda ai fumi dell’alcol, ha scambiato il marciapiede per un gabinetto. Gli agenti, scesi dall’auto di servizio, lo hanno avvicinato chiedendogli i documenti. L’uomo, per tutta risposta, si è rivolto contro di loro minacciandoli per poi colpirli con calci e pugni, tanto da procurare agli agenti ferite giudicate guaribili rispettivamente in 7 e 10 giorni. Dopo la colluttazione i poliziotti sono riusciti ad immobilizzarlo trovandogli, occultato nei pantaloni, un pezzo di cannabis del peso di 1,29 grammi. Il 23enne, oltre ad essere sanzionato per la guida in stato d’ebbrezza alcolica e per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale, è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: