Annunci
Ultime notizie di cronaca

Coltellate a Sampierdarena: i tre protagonisti sono tutti pregiudicati. L’aggressore arrestato, indagati padre e figlio

Un genovese di 35 è finito nel carcere di Marassi per lesioni personali pluriaggravate e per porto abusivo di armi, padre e figlio sono stati indagati per rissa aggravata: tutti e tre i protagonisti della vicenda sono pregiudicati. Oltre al coltello è sbucata anche una spranga. E’ questo il bilancio della rissa di ieri a Sampierdarena, in piazza Vittorio Veneto, finita a coltellate: un apprezzamento di troppo e i fumi dell’alcol hanno scatenato la folliacoltello sampierdarena

Coltellate in pieno pomeriggio a Sampierdarena: la rissa poteva finire in tragedia, ma fortunatamente tutti e tre gli italiani coinvolti sono rimasti feriti non gravemente. Padre e figlio di 54 e 29 anni, residenti nel quartiere del Cep, erano al tavolino di un bar con la fidanzata del ragazzo. Un loro conoscente di 35 anni si è prima unito a loro, poi ha fatto un apprezzamento di troppo alla giovane donna e tutto è finito in rissa. La Polizia di Genova, che si trovava proprio in piazza Vittorio Veneto per un appostamento, ha ricostruito quello che è successo ieri pomeriggio. Padre e figlio sono rimasti feriti al braccio il primo e a collo e volto il secondo, mentre l’aggressore di 35 anni è stato a sua volta pestato con una spranga ritrovata poi dagli agenti della Squadra Mobile che sono intervenuti. Tutto è avvenuto sotto lo sguardo attonito e spaventato di chi si trovava in piazza Vittorio Veneto, dato che è successo tutto nel tardo pomeriggio. Alla fine Padre e figlio, dopo le cure in ospedale, hanno avuto una prognosi di trenta e otto giorni, mentre la terza persona ha riportato contusioni e lesioni alla testa guaribili in sette giorni.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: