Il 18 giugno il Pride ligure dedicato a tutte le famiglie

gay pride, human pride 2015
Il Coordinamento Liguria Rainbow invita tutti e tutte a Genova a partecipare al Pride ligure del 18 giugno 2016 (sabato prossimo), “All Families Pride” dedicato a tutte le famiglie: la famiglia omosessuale, lesbica, omogenitoriale, senza dimenticare le famiglie ricostituite dopo separazioni e divorzi, le famiglie monogenitoriali, quelle affidatarie  o quelle formate da un unico elemento.

<Invitiamo tutti/e coloro che hanno partecipato alla manifestazione del 23 gennaio “Svegliati Italia!” a festeggiare con noi l’approvazione della legge sulle unioni civili; è stato anche grazie alla solidarietà e mobilitazione della società civile che questo primo passo, storico per il nostro paese, si è realizzato – dicono gli organizzatori -. Ci sentiamo tutte e tutti cittadini più liberi, più coesi, perché possiamo abitare le nostre città, manifestando ognuno/ognuna la propria identità, personalità, affettività; perché possiamo intrecciare ed arricchire con una maggiore pluralità di esperienze, risorse, sensibilità le relazioni sociali nei posti di lavoro, nelle scuole, negli spazi pubblici, nel mondo della cultura; perché nessun/a giovane gay, lesbica o trans si trovi ad affrontare in solitudine il disagio, il disprezzo, la discriminazione o la violenza di chi non è in grado di convivere con l’Altro, di pensarsi un piccolo e parziale tassello dell’immenso patchwork che è l’umanità; perché le persone lgbti godano a pieno la propria libertà e il proprio benessere. Celebriamo assieme il primo passo di un percorso che mira a ottenere il matrimonio egualitario, il pieno riconoscimento della genitorialità di single o di coppie omosessuali e il riconoscimento dei diritti di bambini e bambine nati/e e cresciuti/e all’interno di famiglie omogenitoriali. Abbiamo al nostro fianco il mondo della cultura e della conoscenza, rappresentato in questa occasione dal Magnifico Rettore dell’ateneo genovese, professor Paolo Comanducci, perché informazione, sapere e diritti stanno dalla stessa parte, mentre ignoranza, pregiudizi e privilegi alimentano paure, chiusure, disvalori e discriminazioni>.
<Chiediamo alla cittadinanza di manifestare insieme – continuano i componenti del coordinamento – perché i diritti si conquistano e poi vanno difesi: non temiamo l’eventuale referendum promosso da una minoranza politica che fatica a cedere sul piano dell’arroccamento ideologico contro l’evidenza delle trasformazioni sociali. Erano quelli che hanno promosso i referendum contro il divorzio e contro l’aborto; erano quelli che fino al 1996 hanno sostenuto che la violenza sessuale contro le donne fosse un crimine contro la morale e non contro la persona; sono quelli che parlano ipocritamente di famiglia e poi pagano olgettine ed escort per i propri scambi ed affari. Con noi scendono in piazza settori sociali sempre più numerosi, perché il Pride è una festa fisica e colorata, di corpi che ballano, che manifestano affetto e gioia di vivere nella autenticità, di giovanissimi e non, vestiti svestiti travestiti, ché l’umanità è anche questo: corpo sessualità sentimenti emozioni. Siamo un pezzo dell’Onda Pride, che ogni anno attraversa l’Italia, per affermare un concetto semplice: “Lo stesso amore per tutte/i”.
Slogan del Liguria Pride 2016 è “All families pride”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: