A Genova spuntano piazzale “Basilico di Pra’” e giardini “8 Marzo”

Il basilico di Pra’ è un’istituzione genovese? Dato che la risposta è, inevitabilmente, “sì”, la Giunta comunale questa mattina l’ha fatto diventare un piazzale. A proporlo è stata Elena Fiorini, assessore al legalità e diritti. Ma non è stato solo il basilico di Pra’ a dare il nome a un luogo genovese: oggi sono nati anche i “Giardini 8 marzo”, per rimarcare l’importanza della Festa della Donna

basilico

La decisione della Giunta di Tursi è arrivata per rispondere alle richieste del territorio di rimarcare i legami tra la storia e la tradizione locale e i toponimi dei luoghi. E così è arrivata al compimento del suo percorso la proposta del Municipio Ponente e della Fondazione PRimaA’vera che richiedevano di evidenziare l’importanza del basilico di Pra’, eccellenza gastronomica conosciuta in tutto il mondo: la delegazione ponentina avrà quindi il suo piazzale Basilico di Prà, individuato nella zona del parcheggio di interscambio per la nave-bus, adiacente la stazione ferroviaria di Prà. Un’altra intitolazione altamente simbolica è quella che risponde all’esigenza di collegare la Festa della Donna non ad un’unica giornata di celebrazione, ma ad un pensiero costante per tutte le problematiche di genere: all’area verde da via delle Campanule (municipio IX Levante) è stato quindi attribuito il nome di Giardini 8 Marzo – Giornata internazionale della donna.
Altre intitolazioni approvate questa mattina in Giunta sono quella di piazza Monsignor Settimio (prevosto della Parrocchia dei Santi Cosma e Damiano) per il piazzale antistante l’ingresso della Chiesa parrocchiale dei Santi Cosma e Damiano di Struppa (nel municipio IV Media Val Bisagno) e, per quanto riguarda il municipio Medio Levante, dei Giardini Jolanda Rocca e Luigi Matteini (partigiani) cui saranno dedicati i giardini all’incrocio di via Montallegro – via Montezovetto, e dei Giardini Francesco Tarabotto (comandante del Rex, Vincitore del “Nastro Azzurro”) nell’area tra via Boccadasse, via Fausto Berretta e via Arnaldo da Brescia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: