Le ultime notizie

Carlo Felice, Roi “chiama” il Governo: “Senza i fondi promessi saremo in grave crisi”

Il filo del rasoio per il teatro Carlo Felice di Genova è diventato quotidianità e sarà così fino a quando non arriveranno le risorse della legge Bray. Non si nasconde dietro a un dito il sovrintendente Maurizio Roi quando dice che, nonostante un risanamento messo in atto con le proprie forze, senza quei fondi il teatro dell’opera rischia di essere steso da una gravissima crisi di liquidità. Buone notizie da Tursi che investe un milione e 700 mila euro per la strumentazione scenica.carlo felice 2

La stagione 2016/2017 è stata presentata, ma con essa non mancano i mal di pancia e il sovrintendente Roi esorta il Governo a sbloccare i 13 milioni di prestito alla fondazione dalla legge Bray per saldare il debito accumulato negli anni dall’Ente. <Abbiamo aumentato il pubblico, ridotto i costi, ricostruito un rapporto con la città e la Regione, compilato tutti i documenti richiesti, stiamo aspettando che gli uffici del ministero sblocchino la questione – sottolinea Roi – Il fatto che un teatro tra i più difficoltà in Italia nel 2013, a maggio 2016 non abbia ancora avuto il prestito promesso dalla Legge Bray è un fatto grave, la soluzione del problema non è più rimandabile>. Esortazione raccolta e rilanciata dall’assessore alla Cultura della Regione Liguria Ilaria Cavo: <La Liguria ha investito ed investe sul rilancio del Carlo Felice, ora ci deve credere anche il Governo – dice Cavo – i fondi previsti dalla Legge Bray devono essere sbloccati al più presto, la nostra scelta di patrimonializzare la fondazione ha già dato una solidità maggiore, ora tocca al Governo Renzi fare la sua parte>. Una buona notizia giunge invece da Palazzo Tursi che ha aperto un mutuo da un milione e 700 mila euro per rinnovare le apparecchiature sceniche del teatro. La realizzazione dell’investimento inserito nel piano triennale dei lavori è iniziata con i primi interventi sul palcoscenico. <Ci permetterà di sistemare l’intera macchina scenica, – commenta Roi – gli apparati tecnologici del teatro, dalla sala prove all’orchestra, dai videoproiettori alle luci, fino alla movimentazione del palco>

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: