Annunci
Ultime notizie di cronaca

Prima offre la droga a un turista, poi lo picchia e lo rapina. Marocchino arrestato dai carabinieri della Maddalena

arresto carabinieri

Da diverso tempo gli abitanti della zona segnalano nordafricani con grossi cani, spesso lasciati liberi, che hanno a che fare col mercato della droga. Ieri i carabinieri ne hanno arrestato uno per aggressione e rapina a due turisti.

Lo stranieri, irregolare sul territorio nazionale, prima ha offerto della droga a un giovane turista canadese, di professione avvocato, approcciato in vico Mele, nei pressi dell’albergo dove alloggia con la sorella, una studentessa dell’Erasmus studentessa di giurisprudenza a Barcellona Anche lei doveva andare, l’altra sera, ad assistere al festival dei fuochi di Valencia tornando dal quale è morta la ragazza genovese insieme alle sue compagne. Non sarebbe comunque stata sul pullman che ha avuto l’incidente e ha raccontato ai carabinieri di aver sentito le compagne con le quali sarebbe dovuta andare a Valencia se non fosse venuta a Genova col fratello: sono tornate tutte a casa sane e salve a bordo del loro pullman, ma sono molto impressionate da quanto è accaduto alle loro coetanee.

I due giovani canadesi, dopo essere stati avvicinati dallo straniero, si sono avvicinati velocemente all’albergo, ma il malvivente li ha raggiunti e ha lasciato libero il cane, per poi aggredire il nordamericano colpendolo con calci e pugni, strappandogli, infine, la catenina. I carabinieri hanno sentito la sua richiesta di aiuto, gli hanno prestato soccorso e hanno cominciato a cercare il delinquente. Lo hanno trovato e fermato in vico del Serriglio. Sottoposto in caserma ai rilievi dattiloscopici è risultato essere H B, marocchino di 38 anni.  Riconosciuto dalla vittima, lo straniero, è stato arrestato per “rapina e lesioni personali”. Trattenuto nelle camere di sicurezza di Forte San Giuliano, in mattinata, l’arrestato sarà processato con rito direttissimo.

Sempre i carabinieri della Stazione Maddalena, nel centro storico, hanno tratto in arresto per “evasione” un marocchino, identificato in A.M. di 22 anni, con pregiudizi di polizia, abitante in via Sapri, attualmente agli arresti domiciliari. Il giovane, sorpreso in vico Dietro il Coro delle Vigne, ha giustificato la sua assenza dalla propria abitazione, dicendo di essere uscito per procurarsi dello stupefacente. In attesa del rito direttissimo di questa mattina, anche lui è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di Forte San Giuliano. La magistratura ha convalidato entrambi gli arresti e il marocchino che ha aggredito il turista canadese è sottoposto a permanenza notturna in casa e presentazione alla polizia giudiziaria.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: