Annunci
Ultime notizie di cronaca

Tolleranza zero, CC Nas e Nil nel centro storico: sequestri e chiusure di market e locali

Lavoro nero, condizioni igienico sanitarie precarie, mancato rispetto delle leggi del settore, vendita di alcol a ubriachi

nas nil cc carabinieri pre'
Negozi, artigiani alimentari che preparano kebab, mini market e ristoranti etnici multati, denunce alla Asl per scarsa igiene, chiusure. I tanto auspicati controlli delle attività commerciali hanno permesso ai carabinieri della compagnia Centro, insieme ai colleghi dei Nas (Nuclei antisofisticazione e sanità) e del Nil (Nucleo carabinieri ispettorato del lavoro), di scoperchiare la pentola sulla situazione della somministrazione e della vendita di alimentari nel centro storico soprattutto da parte di attività gestite da stranieri. Tre i commercianti che sono stati denunciati a seguito dei controlli in venti attività tra dicembre e febbraio. Denunciato il gestore di un’attività che commercializzava ventotto chili di alimenti in cattivo stato di conservazione. Altri due sono stati denunciati perché vendevano alcolici a ubriachi. Moltissime le violazioni delle norme sul commercio, tanto che i militari hanno comminato sanzioni per 12 mila euro a 7 gestori. Nel corso delle verifiche è emerso anche fenomeno del lavoro nero: due le persone senza contratto e inquadramento in un negozio che è stato chiuso. Il suo proprietario dovrà pagare 5 mila euro di multa. Ben 7 attività sono state segnalate alla Asl 3 per le carenze igienico sanitarie. Insomma, quello che da tempo denunciavano i comitati degli abitanti era tutto vero e i carabinieri sono riusciti a individuare tutti i problemi e a incidere in maniera sostanziale togliendo anche ai gestori delle attività economiche l’impressione di poter agire impuniti. Tra le verifiche, anche il controllo dell’osservanza del Patto di Pre’ tra Prefettura, amministrazione comunale, associazioni di categoria dei commercianti e Civ della zona. La legge nazionale consente a tutti di aprire, ma sull’estremo ponente del centro storico è stata imposta una particolare regolamentazione che esclude, ad esempio, certi generi merceologici. Un locale che non la osserva sarà chiuso e altri dovranno adeguarsi, se non voglionio seguire la sua sorte.
Nel mirinio anche la movida della “Rive Gauche” della citt vecchia dove 4 minimarket e 3 bar hanno “raccolto” sanzioni per circa 25 mila euro. Per questi esercizi è anche stata disposta la chiusura temporanea. I carabinieri, nel corso di questi controlli, hanno anche arrestato per contraffazione un trentenne senegalese mentre un suo connazionale è stato denunciato. Sequestrate oltre 4 mila etichette relative a griffe falsificate che sarebbero state presto cucite sui capi destinati alla vendita per lo più nel market abusivo che si piazza al Porto Antico. Sempre nell’ambito dei controlli, sono state identificate 15 prostitute. Due erano irregolarmente presenti sul territorio italiano e per loro è cominciata la procedura di espulsione.

Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: