Commercio Senza categoria 

Denunciati due posteggiatori abusivi senegalesi

1530445_10201608831128708_2173569057156714679_n

Sono stati denunciati i due posteggiatori abusivi senegalesi presenti irregolarmente in Italia che ieri sono stati trovati da polizia e militari nei posteggi del Porto Antico dove infastidivano gli automobilisti. Hanno 21 e 31 anni. Dopo le aggressioni alle forze dell’ordine dei giorni scorsi, il prefetto Fiamma Spena, nel corso del tavolo del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, insieme ai vertici di tutte le forze di polizia, ha deciso un giro di vite e controlli straordinari.
Si corre ai ripari, ma recuperare non sarà facile, perché la situazione di illegalità è andata avanti incotrastata per troppi anni e gli abusivi, venditori e posteggiatori, pensando di essere al riparo da ogni tipo di “risposta” da parte delle istituzionisono diventati spavaldi, violenti. Si sono spinti al punto di tentare di disarmare un finanziere e di assaltare un blindato dove era stato rinchiuso uno di loro dopo i controlli. Nel corso degli anni, diverse sono state le reazioni dei centroafricani in via prè. Più volte le forze dell’ordine sono state circondate. L’ultimo episodio è recente e riguarda alcuni carabinieri impegnati in una notifica. Per fortuna, i militari dell’Arma erano stati lungimiranti e avevano allertato in precedenza il Radiomobile e le volanti che sono accorse in soccorso.
La situazione e il fatto che gli stranieri abbiano alzato l’asticella, passando alle minacce e alle intimidazioni nei confronti degli automobilisti (le rappresaglie per chi non pagava il “pizzo” ci sono sempre state e molte auto sono state danneggiate), viene segnalata da tempo dall’Osservatorio di Pre’, uno dei comitati di cittadini del centro storico, lo stesso che denuncia da tempo che l’organizzazione dello spaccio di droga è ormai saldamente in mano ai senegalesi.
In passato si è a lungo “lasciato correre” nonostante le proteste dei cittadini. In particolare, gli interventi, ai quali ha partecipato anche la polizia municipale, si erano concentrati sul posteggio di porta Siberia, mentre quello davanti all’Acquario è sempre stata zona franca. Il problema era rappresentato dal fatto che i posteggiatori correvano in mezzo alla strada travolgendo tutto e tutti e rischiando di essere investiti.
Ora è finalmente chiaro che se non si interviene venditori e posteggiatori abusivi diventeranno padroni del territorio e sarà sempre più difficile scalzarli. Lo si è capito solo dopo le aggressioni alle forze di polizia, nonostante gli accorati appelli dei cittadini durassero da anni.
Qui sotto una pagina del “Corriere Mercantile”, che ora ha cessato le pubblicazioni, risalente all’aprile 2014. Racconta di una delle sporadiche operazioni a Porta Siberia fatte nel corso di questi anni. Certo è che le forze di polizia hanno anche pochi mezzi per sradicare il fenomeno. Una denuncia non può certo bastare a interrompere i comportamenti minacciosi e violenti degli abusivi.
10177933_10201609051494217_3836567985946050449_n

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: