Centrostorico Commercio Vivibilità 

Concerto fino all’una di notte in piazza San Bernardo

Schermata 2015-12-27 alle 11.29.04

Nella notte tra Santo Stefano e la domenica 27 dicembre la movida ha dato il meglio di sè. Oltre ai soliti minorenni (e maggiorenni) ubriachi che vomitano e orinano ovunque, oltre agli spacciatori, oltre al baccano, alle urla, al brusio prodotto da migliaia di persone, anche un concerto con gli amplificatori (si sentiva sia da via Giustiniani sia da piazza Embriaci nonostante il rumore di fondo) davanti a un locale in piazza San Bernardo. Ai residenti di una vasta zona è risultato impossibile dormire fino alle prime ore del mattino. Noi lo abbiamo registrato alle 23,45 per farvi ascoltare il volume, ma è durato, come testimoniano gli abitanti esasperati, fino all’una. Musica di qualità, suonata da un chitarrista veramente bravo, per carità. Piacerebbe anche a gran parte dei residenti, se solo la si suonasse dalle 19 alle 21,30 , quando invece spesso il locale davanti al quale si è svolto lo spettacolo nemmeno ha ancor aperto.
Gli abitanti chiedono alle autorità se e chi ha concesso i permessi per fare così tanto rumore fino a quell’ora di notte, senza rispettare il diritto al riposo dei residenti e, nel caso in cui i permessi non fossero stati concessi o non fossero stati rispettati gli orari, di sanzionare i responsabili nella misura in cui prevedono le norme in modo da dare finalmente un segnale che il centro storico non è la “terra di nessuno” dove si può fare tutto. Gli abitanti chiedono che non vengano più concessi permessi per concerti nella piazza oltre le 22,30. L'”effetto canyon”, un effetto acustico che, nei vicoli, fa sì che, oltre a essere disturbati i residenti più vicini, siano centinaia le persone alle quali viene impedito di dormire in un raggio veramente ampio.
Proprio quella piazza è da sempre uno dei punti critici della movida. In zona incrociano spacciatori e borseggiatori, che ovviamente vanno dove c’è l’ambiente migliore per “esercitare” i loro loschi traffici e le loro azioni criminose. Lì nelle sere di movida si radunano centinaia di persone, molte delle quali quale restano dove si erano dati appuntamento qualche ora prima anche quando il locale chiude. Il risultato è che troppa gente rimane lì a fare baccano fino alle 5 del mattino. Agli abitanti è impossibile dormire fino a quell’ora.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: