Senza categoria 

Piano casa, “scenografica” protesta mediatica del M5S

mattoni

Per protestare contro il Piano Casa, in approvazione in consiglio regionale, stamane il M5S ha deciso di abbandonare la “tradizionale” modalità dell’opposizione politica “parlata” (più faticosa, ma più idonea all’importanza istituzionale della seduta di un’assemblea legislativa regionale) per una manifestazione dal sapore decisamente più mediatico, non certo più efficace all’atto pratico, ma capace di finire sui giornali e sulle tv e di dare risalto a chi lo mette in atto. La campagna elettorale per le prossime elezioni comunali è già cominciata da un pezzo e pare chiaro che quella dell’M5S sarenza esclusione di colpi… di scena.
Il presidente dell’assemblea, Francesco Bruzzone, ha dovuto sospendere la seduta per sgomberare l’aula dai blocchetti di polistirolo dipinto lanciati dai consiglieri grillini.
Il consiglio è stato anche sospeso per la protesta dei lavoratori Gsl (Gruppo Sanitario Ligure) di Savona, che hanno invaso l’aula. Il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha annunciato che chi invade l’aula e interrompe i lavori del consiglio non sarà mai più ricevuto in futuro.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: