Via San bernardo Caffè Cabona centro storicoPolitica Senza categoria Sicurezza 

Sicurezza, il Pd del centro storico: “Nè militarizzazione nè abbandono”

Ieri sera il circolo Pd del centro storico, presieduto da Michela Fasce, si è riunito per discutere dei temi della sicurezza nel centro storico. Tra i temi: il progetto “Chance”, i problemi di vivibilità, la movida.

12219589_10205201585025310_4912942787351653778_n
Ecco il documento del Pd.

Il Centro Storico è una struttura complessa sia dal punto di vista urbanistico che sociale.

Gli eventi di questi giorni denunciano una crescente difficoltà rispetto ai temi della sicurezza, intesa come tema che produce effetti diretti sull’ordine pubblico e, soprattutto, sulla vivibilità del territorio. Non si possono tacere oltre le difficoltà con le quali quotidianamente si scontrano i cittadini e i residenti.

Il Circolo Centro Storico del Partito Democratico sta da tempo sostenendo attraverso la propria iniziativa politica e l’attività dei suoi eletti in Consiglio Comunale e in Municipio la necessità oggettiva di ricostruire un tessuto sociale, fatto di regole di convivenza reciproca, fra singoli e gruppi che provengono da culture diverse e che risiedono sul territorio.
In quest’ottica è necessario trovare una via che non sconfini da un lato in un atteggiamento securitario e unicamente repressivo (pur mantenendo un’attività di “intelligence” da parte delle forze dell’ordine, di repressione di attività criminali e presidi fissi in zone a rischio), ne dall’altro una logica di “non azione”.

Riteniamo che il tentativo che si sta attuando attraverso il progetto ‘Chance’, a cui come Partito Democratico abbiamo contribuito attivamente con la nostra capacità di elaborazione, sia un buon esempio di amministrazione, capace di incrociare più livelli di intervento, in termini di mediazione culturale, tutela dell’ordine pubblico e capacità di ridare dignità ad aree di pregio interessate da crescenti flussi di turisti.
Fino a qualche mese fa il fenomeno del cosiddetto Mercatino di Turati sembrava un nodo irrisolvibile.
Il percorso del progetto Chance non è però ancora arrivato a compimento: a conclusione del periodo di sperimentazione saremo in grado di valutare quali correttivi è necessario apportare. Ed è nostra intenzione farlo confrontandoci ulteriormente con i cittadini, come abbiamo fatto fino ad oggi.

Su questo binario bisogna continuare con azioni che ristabiliscano e consolidino la percezione di sicurezza e di vivibilità del territorio.
Per queste ragioni chiediamo alla Giunta Comunale e al Municipio di attivarsi al più presto perché il cosiddetto Regolamento ‘Movida’ venga portato in discussione, a tutela delle attività che operano nel rispetto delle regole e come strumento di sanzione nei casi opposti.

Chiediamo inoltre alla Giunta di porre in essere nel minore tempo possibile il progetto di reinsediamento di uffici e attività nella ex scuola Garaventa: non abbiamo abbandonato l’obiettivo che fra le varie funzioni in quell’edificio si possa insediare un presidio delle forze dell’Ordine e chiediamo all’Amministrazione di continuare a spingere in questa direzione.

Come Partito Democratico del Centro Storico supportiamo l’azione delle Giunte in Comune e in Municipio, ma non rinunciamo a sottolineare l’importanza di porre maggiore attenzione ai temi della sicurezza. Siamo convinti che una svolta sicuritaria non è ciò di cui ha bisogno il nostro territorio. Ciò nonostante non abbiamo paura a farci carico del tema della sicurezza, aprendoci al dialogo con i residenti e continuando a fare sentire la nostra voce.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: