Al Festival della Scienza “Cosmologia e ateismo moderno”

hawkingwwe-aliens-asteroids-ourselves-stephen-hawking-outlines-biggest-threat-to-humanity-jpeg-282934
(Il cosmologo Stehen Hawking)

“Le leggi della scienza negano Dio? Cosmologia e ateismo moderno” questo il titolo della conferenza che sarà tenuta da Piero Benvenuti e Roberto Timossi il 1º  novembre dalle 11 alle  13 al Palazzo della Borsa (Via XX Settembre 44). Sala delle Grida.
Il cosmologo Stephen Hawking ha affermato che “non è necessario ricorrere a Dio per dare inizio all’Universo”, rilanciando in questo modo le tesi dell’ateismo scientifico. In maniera analoga la pensa il biologo Richard Dawkins, per il quale “l’inesistenza di Dio è un fatto scientifico inerente all’Universo, dimostrabile in teoria, se non in pratica”. Per i due scienziati sarebbe in particolare l’ipotesi del Multiverso a rendere infondata e superata qualsiasi forma di teismo e di deismo. È davvero così? La moderna cosmologia ha dimostrato l’inutilità di un Creatore? Esistono realmente molteplici universi?

Piero Benvenuti, fisico, è stato responsabile scientifico per l’ESA dei progetti IUE (International Ultraviolet Explorer) e HST (Hubble Space Telescope). Già presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e membro del consiglio di amministrazione dell’Asi (Agenzia Spaziale Italiana), è Professore di Astrofisica delle Alte Energie presso l’Università di Padova e Segretario Generale dell’International Astronomical Union (Iau). Si interessa attivamente del dialogo tra Scienza e Teologia. È docente del Corso “Creazione ed evoluzione” presso la Facoltà Teologica del Triveneto di Padova. Nel 2011 è stato nominato da S.S. Benedetto XVI Consultore del Pontificio Consiglio della Cultura. È autore di oltre 150 articoli scientifici e di numerosi scritti divulgativi.

Roberto Timossi, filosofo impegnato nella ricerca e nel confronto interdisciplinare tra filosofia, teologia e scienza. Si è dedicato ai problemi dell’esistenza di Dio e dell’ateismo nel loro rapporto con le moderne conoscenze scientifiche. Fa parte del Comitato scientifico di SISRI (Scuola Internazionale Superiore per la Ricerca Interdisciplinare) e della Compagnia di San Paolo di Torino. Editorialista di “Avvenire” e articolista de “La Civiltà Cattolica”, ha pubblicato: “Nel segno del nulla. Critica dell’ateismo moderno” (Lindau 2015)

La prenotazione è consigliata.
Le prenotazioni possono essere effettuate online www.festivalscienza.it   o direttamente presso l’Infopoint e biglietteria del Festival
Tel 010.8976409 oppure info@festivalscienza.it  .

Ingresso con biglietti festival.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: