Enti Pubblici e Politica Sicurezza 

Mercatino di Quadrio, il sindacato dei cantunè diffida il Comune

Uno dei sindacati degli agenti di polizia municipale, il Diccap Sulpm, ha inviato al Comune una lettera di diffida a proseguire l’attività del corpo presso il mercatino di corso Quadrio. Il documento parla di <grave e sottostimata situazione di illegalità e illegittimità>. Ecco la lettera indirizzata al sindaco Marco Doria e all’assessore alla Legalità Elena Fiorini

Attualmente il personale della Polizia Municipale è utilizzato “UFFICIALMENTE” presso il “Mercatino di Corso Quadrio” per attività di regolazione del traffico. Come Lei ben saprà, qualora il “Mercatino” creasse pericoli per la circolazione veicolare e/o pedonale, in analogia a qualsiasi altra attività su strada, andrebbe immediatamente sospesa e non agevolata.

Nella realtà, infatti, i Lavoratori sono utilizzati, purtroppo, ancora una volta, a gestire l’Ordine Pubblico, messo a rischio dalle note vicende di Turati e di dissidio con i residenti.

Fatto assai più grave, poi, sono le indicazioni verbali date ai Lavoratori, di ricevere ordini ed essere gestiti direttamente dagli organizzatori del Mercatino.

Per quanto sopra evidenziato, in assenza di soluzioni tese all’applicazione del principio di legalità SIGNIFICHIAMO ad ogni effetto al Sindaco la responsabilità penale, civile, amministrativa, da accertarsi nelle competenti sedi, per le conseguenze di Ordine Pubblico e Penali, che dovessero manifestarsi a breve, medio e lungo termine nel citato contesto.

Si evidenzia, inoltre, che su Sua dichiarazione, la merce venduta proviene anche dagli “staccapanni” e cioè è stata sottratta merce di proprietà privata lasciata alla pubblica fede. Questo giustificherebbe già un intervento immediato di controllo e non di tutela del “Mercatino” stesso.

Nel contempo DIFFIDIAMO Il Sindaco e l’Assessore, nelle Loro funzioni previste dalla Legge 65/86 art. 2 che li vede titolari per impartire le direttive, vigilare sull’espletamento del servizio e adottare i provvedimenti previsti dalle leggi e dai regolamenti, al fine di fronteggiare la minacciadi dannigraviedirreversibiliperiLavoratori,aproseguireconl’utilizzoscorretto dei Lavoratori della Polizia Municipale, nonché ad assumere ogni misura e cautela volte a ridurre significativamente e, ove possibile, eliminare il rischio di disordini che coinvolgerebbero comunque direttamente e/o indirettamente la Polizia Municipale.

In ultimo, a seguito di alcune dichiarazioni riportate dalla stampa sembrerebbe che la “soluzione Mercatino corso Quadrio” sia la conseguenza dell’impossibilità di arginare il fenomeno dei mercatini che è presente in tutte le città. Se questo corrisponde al vero, richiediamo se tale principio sarà adottato riguardo anche agli altri fenomeni non arginabili e presenti in tutte le città, quali lo spaccio, la prostituzione e la microcriminalità.

Con richiesta di esame e riscontro urgente.

La Segreteria DICCAP

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: