Settanta birre artigianali e street food al “Genova Beer Festival”

PFygUmQDPheUge2JBRZas5_scrYBHa2XFM3OahldSp0,FRGJDyibFY4peNJLn971p_ANR_fPP9gPDnLjn8lEFGkOltre 70 birre artigianali alla spina, 14 tra i migliori birrifici italiani, street food, laboratori e conferenze. È il Genova Beer Festival, il primo grande evento che Genova dedica alla birra artigianale: appuntamento nei saloni settecenteschi di Villa Bombrini di Cornigliano (via L. Muratori 5) venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 ottobre.
Organizzato dall’Associazione Culturale Papille Clandestine, il Genova Beer Festival è un’imperdibile occasione per andare alla scoperta di una delle nuove eccellenze gastronomiche italiane, quella della birra artigianale.
Oltre alla possibilità di assaggiare decine di birre differenti – per la gioia del neofita curioso e dell’appassionato più esigente – vi sarà un ricco programma di eventi didattici e culturali, laboratori e conferenze per conoscere meglio un mondo in grandissima crescita negli ultimi anni.

Birra artigianale: un mondo in fermento

Se infatti negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare di birra artigianale, un motivo c’è: con oltre mille microbirrifici, di cui più di 600 attivi, l’Italia è il terzo paese europeo per numero di etichette.
Numeri che certificano un successo destinato a crescere ancora tantissimo nei prossimi anni, se si pensa che negli Stati Uniti il segmento artigianale è ormai arrivato al 18% del mercato (mentre in Italia siamo ancora a un pioneristico 3%).

I motivi di un successo

Le birre artigianali piacciono perché sono buone, fatte da persone appassionate che non lesinano sugli ingredienti di qualità, e perché aprono il palato a un mondo di infiniti gusti e sfumature: una vera scoperta per chi magari è abituato alle classiche “chiare” industriali tutte uguali.

I birrifici

Al Genova Beer Festival hanno aderito: Birrificio Lambrate (Milano), Birra del Borgo (Borgorose, RI), Birrificio del Forte (Pietrasanta, LU), Birrificio Italiano (Lurago Marinone, CO), Brùton (Lucca), Canediguerra (Alessandria), Civale (Spinetta Marengo, AL), Croce di Malto (Trecate, NO), Fabbrica Birra Busalla (Busalla, GE), Gambolò (Gambolò, PV), Kamun (Predosa, AL), Maltus Faber (Genova), Nadir (Sanremo, IM), Troll (Vernante, CN).

Dietro al bancone a servire le birre ci saranno proprio loro, i birrai in persona, pronti a raccontare i segreti di malti e luppoli e a guidare gli ospiti nell’assaggio.

Street Food
7F9XG4AIgzgws2XNtMX7Y8n1IK3j2UsF7je18IaZMYY

Ci saranno inoltre quattro postazioni gastronomiche, tutte genovesi. Roberto Panizza del ristorante Il Genovese (via Galata), promotore del Campionato Mondiale di Pesto al mortaio, proporrà un grande classico: le trofie al pesto. Accanto a lui i ragazzi del Kowalski di via dei Giustiniani, con gli abbondanti piatti della cucina dell’Est europeo, e Masetto (via di Canneto il lungo), l’hamburger più amato del centro storico, eletto da TripAdvisor fra le dieci migliori hamburgerie italiane. Quarto stand per il locale che per primo ha portato la birra artigianale nel cuore della movida genovese: i Troeggi (via Chiabrera) con le loro bruschette gourmet.

Eventi
Genova Beer Festival non è solo tante birre, ma anche un momento di cultura birraria. “Madrino” della manifestazione sarà Lorenzo Dabove in arte Kuaska, uno dei massimi esperti italiani di birra, giudice internazionale nei più importanti concorsi mondiali, che venerdì sera presenterà i 14 birrifici con uno scoppiettante show itinerante.

Sabato sera ospite d’onore sarà invece Simonmattia Riva, campione del mondo in carica di Beer Sommelier, primo italiano nella storia ad aver conquistato il prestigiosissimo titolo internazionale.

Grazie alla collaborazione con FISAR, Pint of Science e Scientificast, ci saranno laboratori per avvicinarsi alla degustazione della birra e una conferenza di stampo scientifico sugli effetti dell’alcol sul nostro corpo. Infine, una tavola rotonda su sport, salute e alimentazione.

Divertente l’idea di proporre per il pubblico il gioco della “pesto beer”, che decreterà la birra – tra le presenti – che meglio si abbina alla famosa salsa ligure.

Info pratiche

L’ingresso al Genova Beer Festival costa 6 € ed è un contributo per il finanziamento della manifestazione e delle attività dell’Associazione Papille Clandestine. Dà diritto all’entrata per un giorno, al bicchiere da degustazione (20 cl) con tracolla e alla guidina del Festival.

I soci dell’Associazione Papille Clandestine possono entrare liberamente durante tutti e tre i giorni della manifestazione (sarà possibile associarsi all’ingresso).
Per assaggiare le birre occorrerà acquistare i gettoni presso l’apposita cassa: ogni gettone costa 1 € e permette una degustazione di 10 cl di birra. Per la parte gastronomica sarà invece possibile pagare direttamente gli espositori.

Convenzione Taxi

Nell’ottica di sottolineare l’importanza di bere responsabilmente, è stata attivata una convenzione con la Cooperativa Radio Taxi Genova: tutte le corse da e per Villa Bombrini prenotate attraverso la centrale (010 5966) saranno scontate del 10% previa comunicazione all’operatore della convenzione “Beer Festival”.

Bambini
La domenica (ore 14-19) sarà attivo un kindergarten gestito dalla Cooperativa La Giostra della fantasia per tutti coloro che vorranno passare una giornata con la famiglia.

Gli amici del GBF

Al Genova Beer Festival hanno aderito anche Fisar, Pint of Science, Scientificast, Cooperativa La Giostra della Fantasia, Compagnia della Birra, Critical Wine, Associazione delle donne della Birra, Vinix e Mo.Bi – Movimento Birra.
Mentelocale.it e Radio Babboleo sono media partner.

Genova Beer Festival 2015 – Programma

Venerdì 23 ottobre, ore 18.00 – 1.00

21.30. Presentazione itinerante dei birrifici

One-man-show con Lorenzo Dabove in arte Kuaska

Sabato 24 ottobre, ore 12.00 – 1.00

15.00. Una birra, mille profumi

Laboratorio aperto a tutti a cura di Fisar

Con Andrea Bersani, referente del settore birra di FISAR, fisico dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Genova.

18.00. Una pinta di scienza. Fisiologia dell’alcol e dei suoi effetti

Laboratorio aperto a tutti a cura Pint of Science / Scientificast

Con Ilaria Zanardi, Coordinatrice Nazionale di Pint of Science Italia, biologa dell’Istituto di Biofisica del CNR di Genova.
21.30. La birra e i suoi abbinamenti

Laboratorio su prenotazione (1 €, necessaria tessera associativa)

Con Simonmattia Riva, Beer Sommelier World Champion 2015, consigliere Mo.Bi.

Domenica 25, ore 12.00 – 22.00

14.00-19.00. Kindergarten a cura della Cooperativa La Giostra della Fantasia

16.30. Gli stili della birra artigianale

Laboratorio su prenotazione (1 €, necessaria tessera associativa)

Con Simone Cantoni, Docente Slow Food, Unionbirrai Beer Taster, Giudice Birra dell’Anno

19.00. Birra, nutrizione e sport

Tavola rotonda aperta a tutti a cura di Pagina2Cento.it

Una chiacchierata tra pinte, valori nutrizionali e aneddoti sportivi. Con Luca Spigno, nutrizionista e Edoardo Schenardi (@farmaciaserra), farmacista.

Modera Laura Guglielmi, direttrice di Mentelocale.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: