Regione, Scajola: “Pronta la legge-proroga contro la Bolkestein”

IM000076.JPG

Agguerrita posizione della Regione Liguria che si prepara a partecipare, insieme alle altre regioni italiane, al summit in programma venerdì 9 ottobre, a Rimini, contro lo stallo delle concessioni demaniali e le incognite della direttiva Bolkestein dell’Unione Europea.
L’appuntamento, promosso dalle associazioni dei balneari Fiba Confesercenti, Oasi Confartigianato, Assobalneari Confindustria e Sib Confcommercio è in programma alle 15,30, nella sala Sisto Neri del salone Sun 2015, a Rimini Fiera.
<Obiettivo primario del confronto – dice l’assessore regionale al Demanio Marco Scajola – è quello di far sì che il governo si attivi subito per superare la Bolkestein, nella parte turistica e balneare, per trovare rapidamente una soluzione per un provvedimento che nel 2020 imporrà l’asta delle concessioni esistenti>.
<Per colpa della superficialità con cui in questi anni la questione è stata affrontata a livello governativo, la Liguria è stata ingiustamente toccata dalla Bolkestein e inserita in un provvedimento dal quale dove rimanere fuori. Invece siamo fra le regioni più “colpite”, con tremilaottocento concessioni balneari lungo i trecento chilometri di costa, di cui un centinaio sono, appunto, spiagge>, afferma l’assessore Scajola che venerdì interverrà al vertice dei balneari a Rimini, insieme con il consigliere regionale Angelo Vaccarezza, da tempo impegnato nella battaglia anti-Bolkestein.
<Il rinvio alla Corte di Giustizia Europea della decisione sulla legittimità della proroga al 2020 ha ulteriormente peggiorato alla situazione. I tempi di tale decisione non sono fissati e le scadenze si avvicinano .Il Governo italiano non può lasciare migliaia di cittadini in balia di una sentenza, qualunque essa sia>, spiega Scajola..
Secondo la Regione Liguria, La previsione della libera concorrenza e quindi della messa a gara delle concessioni non tiene conto della peculiarità e della specificità del paesaggio costiero nel quale gli stabilimenti balneari rappresentano una realtà tipica e particolare, un unicum nel territorio europeo..
Concessioni demaniali che in Liguria comprendono anche la nautica da diporto, la cantieristica navale, la pesca e l’acqualcoltura.
A Rimini, l’assessore Scajola, dopo aver ricordato le iniziative varate in questi cento giorni dalla giunta Toti a favore dei balneari, fra cui la possibilità di bruciare i legnami inerti delle mareggiate sulle spiagge, farà il punto sui provvedimenti che la Regione Liguria si appresta a varare per superare la Bolkestein. L’agenda della Liguria non esclude un provvedimento di legge ad hoc per i balneari da presentare al governo. Provvedimento al quale la giunta reginale con l’assessore Scajola, sta lavorando e che una volta completato potrebbe rappresentare la soluzione del caos-concessioni, varando una proroga trentennale delle stesse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: