viabilità 

Intervento di demolizione controllata sulla SP23 al Passo della Scoglina: 300 metri cubi di roccia eliminati con 32 cariche esplosive

Ieri mattina intorno alle ore 12, con l’ausilio di 32 cariche esplosive, sistemate dalla ditta Tecnomine su incarico della Città Metropolitana di Genova, si sono staccati circa 300 metri cubi di roccia dal versante franoso, che si estendeva per oltre 25 metri

L’intervento di demolizione controllata sulla SP23 al passo della Scoglina è stato portato a termine con successo.

Franco Senarega, consigliere alla viabilità, ha seguito l’operazione insieme ai tecnici dell’ente, assistendo alla “volata” – il termine tecnico per indicare l’esplosione delle cariche – ed ha ipotizzato la riapertura della strada entro il prossimo fine settimana.

Gli esplosivi da 1 kg l’uno, erano stati collegati con detonatori non elettrici microritardati, che hanno permesso l’accensione sequenziale per ridurre le vibrazioni. Presenti all’intervento il sindaco di Favale di Malvaro Ubaldo Crine e a Luca Zandonella ingegnere della Tecnomine.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: