Consumatori Economia 

«Focaccia troppo cara», Assoutenti pronta a ricorrere all’Antitrust

I panificatori avevano denunciato i rincari dell’olio di oliva, ma secondo l’associazione «Sono scesi i prezzi di tutti gli altri ingredienti, come quello del grano tenero: -32%. Calati del 57,14% i costi energetici rispetto allo stesso periodo dello scorso anno»

«È evidente quindi – recita una nota di Assoutenti – che l’incremento del prezzo dell’olio d’oliva non giustifica in alcun modo i rincari dei listini per la focaccia genovese, sia perché l’incidenza di tale voce sul prezzo finale del prodotto è limitata, sia perché sono diminuite tutte le altre voci di spesa indispensabili per la realizzazione dell’alimento. Per tale motivo chiediamo un atto di attenzione verso i consumatori e di fare un passo indietro lasciando il listino prezzi immutato. In caso contrario siamo pronti a rivolgerci all’Antitrust denunciando qualsiasi rincaro speculativo della focaccia genovese, anche alla luce della possibile fattispecie di cartello anti-concorrenza teso ad aumentare i listini al dettaglio, viste le recenti dichiarazioni rilasciate dai panificatori».

Related posts

%d