Cronaca 

Trovato a spacciare per la seconda volta in 4 giorni. Arrestato dalla Polizia locale in via delle Fontane

Era stato arrestato la prima volta il 15 marzo dalla Polizia di Stato ed è stato oggetto della misura del divieto di dimora, al quale non ha ottemperato. Tanto che gli agenti del Nucleo Centro Storico dell’Unità territoriale Centro della Pl lo hanno trovato con dosi di crack in bocca il 19 marzo. Arrestato ancora una volta, per lui è stata nuovamente decisa la stessa misura

Il trentaduenne, di nazionalità senegalese, è stato controllato poco dopo la mezzanotte dalla pattuglia della Polizia locale in divisa, nel consueto servizio di pattugliamento anche notturno di quella zona. L’uomo, visti gli agenti, ha cominciato a correre verso piazza della Nunziata, comportamento che ha, ovviamente, destato sospetti. Gli operatori lo hanno raggiunto e gli hanno chiesto i documenti, ma lui aveva difficoltà a parlare perché aveva qualcosa in bocca. Ha tentato di sfuggire al controllo sbracciando per riuscire a scappare, tanto che è stato necessario ammanettarlo. Solo in quel momento, il trentaduenne ha sputato sei involucri di stupefacente che contenevano 3,14 grammi di crack.

È stato arrestato per spaccio e resistenza anche alla luce della pericolosità sociale determinata proprio dalla ripetizione dello stesso reato nel giro di pochi giorni, oltre al fatto che è irregolare sul territorio italiano e che non dispone di alcun lavoro che gli garantisca un reddito legale. Al processo per direttissima il magistrato ha deciso per lui il divieto di dimora a Genova.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: