Facce de Zena 

Walter Massa, presidente regionale, nuovo presidente nazionale di Arci

Cinquantenne, innamorato della montagna e del Genoa, ha mosso i primi passi nell’associazione negli anni Novanta per poi diventare dirigente a Genova e presidente di Arci Liguria. È stato eletto da una larga maggioranza dei 454 delegati al XVII congresso che si è chiuso oggi a Roma

L’assemblea congressuale ha approvato 47 ordini del giorno sui temi: pace, ambiente, lavoro, mutualismo, beni comuni, difesa del diritto all’aborto, del reddito di cittadinanza, promuovendo azioni di prossimità a chi lo perderà, contrasto alla proposta di autonomia differenziata del governo, totale contrarietà al ponte sullo stretto, richiesta di misure fiscali specifiche per il lavoro del Terzo settore, sostegni e interventi per il caro bollette che ha colpito i circoli, rafforzamento delle aree interne e delle azioni culturali nei territori marginali. E ancora pieno sostegno alla protesta delle donne in Iran e solidarietà attiva alle Ong impegnate nei soccorsi in mare.

I titolo del congresso era: “Per uscire da un incubo non basta svegliarsi. Bisogna sognare più veloce”.

«È un riconoscimento al grande lavoro fatto da Walter in questi anni a tutti i livelli dell’associazione, ed un riconoscimento al metodo di lavoro che abbiamo seguito in questi anni in Liguria – dicono ad Arci Liguria -. Siamo certi che con la guida di Walter porteremo ancora più avanti i valori e le pratiche che ci stanno a cuore. Noi siamo pronti: buon lavoro, insieme!».

Foto: dalla pagina Facebook di Walter Massa

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: