Oggi a Genova 

In centro storico apre la “Casa dei Riders”, servizi e manutenzione per ragazzi che consegnano ogni giorno nelle nostre case

I lavoratori troveranno in via della Maddalena i servizi igienici, attrezzi per la manutenzione delle bici, wi-fi, caffè e tè gratuiti, postazioni di ricarica per le bike elettriche e un mediatore culturale

L’apertura, a cui ha partecipato l’assessore al Sociale Lorenza Rosso, è stata accolta anche da un post del sindaco Marco Bucci sui social: «In via della Maddalena è stata inaugurata la “Casa dei Riders”. Uno spazio per fare una pausa e trovare riparo a disposizione di tutti i ragazzi che quotidianamente effettuano le consegne in città. Un aiuto concreto per i tanti rider che ogni giorno svolgono un duro lavoro per tutti i cittadini genovesi».

È una bella iniziativa per i fattorini che ogni giorno consegnano nelle case dei genovesi, che spesso sono alle prese con stipendi molto bassi e prima non potevano contare su alcun servizio.

Si trova in via della Maddalena 31r ed è un punto di appoggio polifunzionale a disposizione di tutti i lavoratori del delivery. All’interno della “Casa dei rider” i lavoratori potranno riposarsi, ripararsi dalle intemperie, ricaricare il telefono o il mezzo ciclabile, utilizzare i servizi igienici e sanitari.
In questo spazio, i Rider, troveranno un operatore che li accoglierà e che potrà fornire loro informazioni utili all’accesso ai Centri di prossimità , al fine di valutare possibili opportunità di evoluzione occupazionale. 

«La cronaca ci racconta sempre più spesso storie di rider sottopagati e che per consegnare in tempo rischiano o addirittura perdono la vita – dice l’assessore alle Politiche sociali Lorenza Rosso -. Offrire a questi lavoratori uno spazio sicuro è un qualcosa che come giunta e come consiglio abbiamo voluto fortemente: la tutela dei lavoratori deve essere una priorità e speriamo che con l’inaugurazione della “Casa dei Rider” si possa migliorare la condizione lavorativa di questi lavoratori che senza sosta lavorano e hanno lavorato anche in pandemia per soddisfare i nostri bisogni» 

Nel dettaglio presso lo spazio di via della Maddalena 31 r i rider possono trovare:
– Riparo nelle giornate fredde e di pioggia o calde in estate;
– Wifi gratuito;
– Servizi igienici;
– Parking per bici e attrezzi disponibili per piccole manutenzioni che possono svolgere in autonomia;
– Angolo caffè-thè (gratuito);
– Eventuale ricarica per le bike elettriche;
– Possibilità di cogliere opportunità lavorative (newsletter 𝗦𝘁𝗮𝗿𝘁 𝗧𝗮𝗽𝗽𝗲 e bacheca con offerte di lavoro);
– Mediatore culturale a disposizione (in orari prestabiliti);
– Possibilità di organizzare brevi moduli informativi e di approfondimento sulla sicurezza del lavoro e della sicurezza stradale. 

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: