diritti e sociale 

Arcigay, nella segreteria nazionale entra Claudio Tosi di Genova. Prima donna eletta presidente

È Natascia Maesi la prima donna eletta presidente di Arcigay. Il Congresso Nazionale di Arcigay riunitosi a Latina nelle giornate dell’11, 12 e 13 novembre ha rinnovato le cariche nazionali

La Presidente Maesi evidenzia proprio l’importanza dell’articolo: “Sottolineo il LA, a marcare la differenza profonda tra leadership femminile e leadership femminista. Giorgia Meloni, nell’infrangere il soffitto di cristallo, ha disposto la cancellazione del femminile, con la conseguente invisibilizzazione delle donne dal discorso pubblico e politico, rafforzando l’idea che le donne abbiano valore solo se assomigliano agli uomini, diventano come loro, si appellano al maschile per essere autorevoli”.

Natascia Maesi, giornalista 45enne, espressione di Arcigay Siena, rappresenterà l’Associazione nazionale Arcigay in un periodo storico e politico che già vede attacchi diretti e indiretti al tema dei diritti.

Il Congresso Nazionale ha inoltre riconfermato il Segretario Generale Gabriele Piazzoni, figura che ha guidato l’Associazione in momenti centrali per il movimento LGBTQIA+ degli ultimi anni come l’approvazione della Legge sulle Unioni Civili, l’attraversamento del periodo pandemico, la discussione sul Disegno di Legge contro l’omolesbobitransfobia e la più attuale discussione successiva all’insediamento del nuovo Governo.
“Già da domani siamo al lavoro per garantire alle persone LGBTQIA+ il sostegno e rappresentanza”, dichiara Piazzoni, “per rilanciare le battaglie per la piena uguaglianza di tutte e tutti, per una politica che rimuova gli ostacoli e che colmi il vuoto che questo Paese sconta in termini di diritti umani, civili, sociali”.

Arcigay Genova ha contribuito con orgoglio al Congresso inviando tre persone delegate insieme al Presidente Federico Orecchia.

Il contributo di Arcigay Genova alle attività di Arcigay Nazionale si rafforza con l’elezione di Claudio Tosi nella Segreteria Nazionale con la delega a Cultura, Storia e Memoria.

“Arcigay Genova investe sulla cultura anche attraverso iniziative annuali legate al Giorno della Memoria e al ricordo dell’Omocausto. Questa primavera, in collaborazione con Arcigay Imperia e altri comitati Arcigay italiani, abbiamo costruito la mostra Sanremo Pride 1972-2022 per il 50ennale dalla prima manifestazione LGBTQIA+ pubblica avvenuta a Sanremo il 5 aprile 1972” commenta Claudio Tosi. “La nuova proposta è di portare su scala nazionale questo lavoro: la ricostruzione e la consapevolezza di cosa sono la cultura, la storia e la Memoria della collettività LGBTQIA+ sono una priorità identitaria e politica del nostro movimento. Impareremo a conoscere meglio la strada percorsa fino ad oggi, per affrontare al meglio la strada che ci aspetta”.

L’intenso dibattito politico e programmatico che ha caratterizzato il Congresso di Latina è espressione del vivace fermento che anima l’attività di Arcigay sia a livello nazionale che locale. Fermento e impegno che Arcigay Genova porterà nelle attività e nei servizi presenti sul territorio genovese anche grazie all’entusiasmo e alle pratiche di rivoluzione gentile che stiamo costruendo insieme alla Presidente Natascia Maesi.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: