Cultura 

“Palazzo Ducale, molto più di un make up”, dalla messa in sicurezza della facciata al restauro dello stemma

Presentati i lavori di restauro delle facciate e dello stemma di Genova, opera di Domenico Fiasella. Apre al pubblico il nuovo spazio del Piccolo Teatro

La messa in sicurezza delle facciate che danno su piazza De Ferrari e su piazza Matteotti, il restauro dello stemma di Genova di Domenico Fiasella e l’apertura di un nuovo spazio per il pubblico – il Piccolo Teatro – che entra nel percorso del Palazzo, patrimonio condiviso della città.

Fondazione Palazzo Ducale ha presentato questa mattina gli interventi di restauro compiuti nell’ultimo anno con campagne di grande valore conservativo, che concorrono a valorizzare la memoria di uno dei luoghi simbolo di Genova.

Impresa affidataria per i lavori alle facciate è stata la società Iren Smart Solutions, mentre l’allestimento dello spazio del Piccolo Teatro è stato realizzato grazie a un contributo sui Fondi Strategici 2018 della Regione Liguria. 

I lavori sono stati condotti in accordo con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona.

«Questi restauri sono per noi un atto importante – dichiarano Luca Bizzarri e Serena Bertolucci, rispettivamente Presidente e Direttore di Fondazione Palazzo Ducale – non solo necessario e dovuto per conservare il palazzo simbolo della città, ma fondamentale per far comprendere l’importanza di questa straordinaria architettura, non tanto come spazio da far vivere con mostre, manifestazioni ed eventi, ma come luogo che ha già insiti in sé valori e patrimoni straordinari. L’attenzione alla conservazione si declina così con la grande cura all’accessibilità e alla valorizzazione e insieme definiscono il profilo di Palazzo Ducale come una istituzione dinamica, moderna e attenta. Ringraziamo di cuore la Soprintendenza che ci ha seguito e tutti i professionisti che hanno contribuito alla riuscita di questa prima campagna di restauri».

«I lavori effettuati a Palazzo Ducale contribuiscono ad accrescere ulteriormente il valore di quello che è il centro culturale più importante di Genova e dell’intera Liguria, e lo è non solo per la ricchezza e l’attrattività delle mostre e degli eventi in programma, capaci di attirare oltre mezzo milione di visitatori all’anno e di garantire un successo crescente, ma anche per la bellezza e la maestosità del palazzo stesso, oggi ancora più evidente dopo gli accurati restauri portati a termine – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – Oltre a questo, il palazzo si arricchisce di un nuovo spazio, quello del Piccolo Teatro, grazie a un delicato intervento di restauro conservativo, preceduto da uno studio approfondito e da un complesso lavoro con la Soprintendenza, che ha consentito di preservarne e valorizzarne l’architettura: un intervento in cui Regione Liguria ha creduto con forza e per cui ha stanziato oltre 250mila euro. Si va così a potenziare ancora di più l’offerta di questa straordinaria istituzione».

«L’intervento di realizzazione del Piccolo Teatro è un tassello importante, significativo perché dà il senso del grande impegno di una scelta condivisa per dare un ulteriore valore a questo Palazzo – dichiara Ilaria Cavo assessore Cultura di Regione Liguria – Questo Piccolo Teatro sarà un luogo a disposizione di tutti per incontri e, grazie all’acustica perfetta, anche per eventi musicali. Come Regione abbiamo deciso di finanziare questo intervento culturale con il Fondo Strategico Regionale perché riteniamo strategica la Cultura. L’obiettivo resta quello di rendere Palazzo Ducale, visitato per mostre ed eventi, anche palazzo da visitare in quanto tale nell’ottica di renderlo sempre di più un hub culturale».

«Come assessore alle manutenzioni del Comune di Genova – sottolinea Mauro Avvenente – non posso che congratularmi con Palazzo Ducale, i partner e i tecnici che hanno effettuato questi importanti lavori. La cura del patrimonio pubblico è cruciale non soltanto dal punto di vista del decoro urbano, ma – in questo caso – per confermarne la rilevanza in chiave di promozione turistica e culturale della città. Le operazioni di restauro sono state condotte nel rispetto della storia e del pregio architettonico del palazzo, coinvolgendo come è naturale la Soprintendenza. È stato insomma un grande lavoro di squadra che ci consegna un “rinnovato” Palazzo Ducale, uno dei “contenitori” culturali più importanti non soltanto della città».

«La nostra società ha una grande esperienza nella riqualificazione di edifici di valore storico. – afferma Stefano Zuelli, AD di Iren Smart Solutions – A Genova abbiamo già operato in contesti diversi, ma certamente quella di Palazzo Ducale è stata una sfida importante, che ha richiesto di trovare soluzioni tecniche su misura, come l’utilizzo di ponteggi mobili, anche in considerazione del particolare valore dell’edificio e del contesto circostante».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: