Cosa fare a Genova 

Sabato 1º ottobre il Mastodonte dei Giovi da Genova alla Valle Scrivia

Oltre al grande Plastico Ferroviario in funzione del Mastodonte dei Giovi, si potranno visitare i mercatini in via Postumia nel Rione Villavecchia, fare un giro sul bus storico, ascoltare la Banda di Pontedecimo oppure fare una visita alla Mostra mercato del libro per ragazzi in Biblioteca

Sabato 1º Ottobre, nuovo appuntamento per “Viaggio nella Storia” a Ronco Scrivia. Il Treno Storico partirà da Genova e farà servizio viaggiatori nelle stazioni intermedie.

Occorrerá acquistare un semplice biglietto ordinario.

Il treno durante la giornata sarà visitabile gratuitamente in stazione a Ronco Scrivia.

Il Mastodonte dei Giovi originale è stata una particolare locomotiva a vapore doppia costruita per l’utilizzo specifico sul difficile tratto appenninico della nuova linea ferroviaria Torino-Genova inaugurata nel 1853, fortemente voluta da Camillo Benso conte di Cavour.

[Continua sotto]

Le singole unità-locomotiva previste erano le ben collaudate macchine a due assi accoppiati di progettazione Stephenson. Vennero ordinate e costruite in dieci complessi binati in parte in Belgio, nelle John Cockerill & Cie. di Seraing e in parte in Inghilterra nelle officine dello stesso ingegnere Stephenson. Il complesso binato era in grado di trainare sulla massima pendenza del 36 per mille tra Genova Pontedecimo e Busalla, con una potenza di 382 cavalli, convogli di 130 tonnellate a 12 km/h.

Il nome di “Mastodonti dei Giovi”, che venne attribuito loro per il loro originale aspetto e per la grande (per l’epoca) potenza, venne mutuato da quello di un grande rettile fossile rinvenuto durante lo scavo della galleria di valico nei pressi di Busalla.

I Mastodonti dei Giovi svolsero servizio fino alla metà degli anni 70 del XIX secolo quando vennero sostituiti dalle locomotive Beugniot a 4 assi accoppiati.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: