Cronaca 

Polizia locale, il ladro seriale dei caschi firmati finisce dietro le sbarre

Si tratta di un cinquantenne pescato la prima volta in flagrante in piazza Dante dal nucleo Reati Predatori del reparto Polizia Giudiziaria della Pl e la seconda a Brignole nonostante fosse stato già assoggettato all’obbligo di firma, poi trasformato a causa del nuovo reato in custodia cautelare in carcere. Nel frattempo, i colleghi del nucleo Centro Storico dell’Unità territoriale Centro hanno denunciato la stessa persona per due volte per furti di caschi dagli scooter e su molti altri furti proseguono le indagini

Il nucleo Reati Predatori della Polizia Giudiziaria della Polizia locale ha sorpreso in flagranza il cinquantenne in piazza Dante mentre spaccava la sella di uno scooter per rubare in casco e lo ha arrestato in flagranza per furti aggravato dalla violenza sulle cose. Al processo il giudice ha deciso per lui l’obbligo di firma, due volte al giorno, presso gli uffici della “Locale” di piazza Ortiz.

[Continua sotto]

Tra una firma e l’altra, però, l’uomo aveva continuato a rubare, tanto che lo stesso nucleo lo ha trovato cinque giorni dopo nella zona della stazione Brignole mentre rompeva la chiusura di un’altra sella per asportare una borsa. Così ha arrestato di nuovo il pluripregiudicato italiano, chiedendo l’aggravamento della misura alla luce della reiterazione del reato e l’uomo è finito a Marassi.

Nel frattempo, gli uomini del nucleo Centro Storico stavano proseguendo le indagini per trovare il responsabile di una serie di furti di caschi nel centro cittadino e lo ha denunciato per due casi anche grazie al gran numero di denunce arrivate nella sede della Polizia locale dopo che era stato lanciato un appello ai cittadini derubati perché denunciassero. Il cinquantenne, che sceglieva i caschi da rubare tra i più costosi, è sospettato di essere l’autore di parecchi altri furti e su di lui continuano le indagini. Gli agenti lo hanno anche sorpreso a vendere i caschi rubati a 15 euro ciascuno nella città vecchia.

La collaborazione tra i due nuclei di diversi reparti della “Locale” permetterà di arrivare al processo con una consistente serie di reati che dovrebbero portare a una condanna consistente.



Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: