Cronaca 

La Polizia locale arresta la Primula Rossa dello spaccio a Pré

Mille volte era stato visto a spacciare o era stato ripreso dalle telecamere mentre cedeva sostanze stupefacenti, ma era sempre riuscito a sfuggire alla cattura dandosela a gambe, tanto che risultava incensurato. Finalmente gli agenti del nucleo Centro Storico dell’Unità territoriale centro sono riusciti ad acciuffarlo, identificarlo e assicurarlo alla giustizia dopo un rocambolesco inseguimento a piedi terminato su un bus

Scaltrissimo, guardingo quanto basta e molto veloce. Grazie a queste doti il venticinquenne era sempre riuscito a sfuggire alla cattura anche se tutti sapevano che era uno dei più assidui pusher della zona di Pré. A riprenderlo sono state le telecamere stradali e a denunciare la sua fiorente attività erano stati anche molti cittadini, ma lui era sempre riuscito ad evitare le manette sfoggiando uno scatto da centometrista e una resistenza da maratoneta. Oggi, però, gli è andata male.

[Continua sotto]

In tarda mattinata, infatti, gli agenti della Polizia locale del nucleo Centro storico lo hanno arrestato in piazza della Commenda dopo un rocambolesco inseguimento. Il ragazzo di trovava in vico Largo (poco a ovest dell’incrocio di via Gramsci e via Pré con via delle Fontane) quando ha visto la pattuglia in divisa, presente in zona per il quotidiano servizio di controllo appiedato. Insieme a un “collega” si è dato immediatamente alla fuga: una corsa a perdifiato per tutta via Gramsci, con gli agenti alle calcagna.

I due fuggitivi sono saliti sul bus della linea 1 che stava per ripartire alla fermata di piazza della Commenda. Quando il mezzo Amt è ripartito, gli agenti sono riusciti a correre davanti al mezzo per fermarlo e chiedere all’autista di aprire solo le porte anteriori, perché i due non potessero scappare. Gli operatori della Pl hanno fatto scendere la coppia e hanno chiesto ai due i documenti. Loro hanno risposto inveendo. Uno è riuscito a fuggire ed è stato inseguito per tutta via Pré e via delle Fontane, fino a far perdere le proprie tracce in via Balbi.

Gli agenti sono invece riusciti ad agguantare l’altro e si sono resi conto, appena lo hanno fermato, che era la “Primula Rossa” dei pusher di Pré. Addosso aveva dosi di crack ed eroina, rispettivamente confezionati in mini cubetti fasciati in cellophane di colore blu (5 pezzi) e in palline di colore giallo (20 pezzi).

Il venticinquenne aveva con sé anche 520 euro di cui non ha saputo spiegare la provenienza. L’uomo è infatti irregolare sul territorio nazionale e non ha un lavoro. È stato arrestato per spaccio e resistenza e portato nelle camere di sicurezza della Questura in attesa della Direttissima.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: