comune Enti Pubblici e Politica 

Domenica a Pisa la 67ª regata delle Antiche Repubbliche Marinare

Domenica 11 settembre si svolgerà a Pisa la 67ª regata delle antiche repubbliche marinare, che verrà trasmessa in diretta su Rai2. L’equipaggio della croce di San Giorgio non potrà contare sulla presenza degli atleti olimpici, che a fine settembre saranno impegnati nel mondiale assoluto di canottaggio

«La regata delle Antiche Repubbliche Marinare è un evento molto atteso dalla città – spiega il sindaco di Genova – veder sventolare il vessillo di San Giorgio sulle imbarcazioni regala sempre emozioni particolari. Per questa edizione il nostro equipaggio non potrà contare sugli atleti olimpici ma sono certo che i ragazzi che saliranno in barca sapranno onorare al meglio i colori che indossano. Per la prima volta vedremo all’opera anche l’equipaggio femminile, pronto a dare battaglia nelle acque di Pisa. Buon vento ai nostri atleti, tutta la città è pronta a fare il tifo per loro».

«Partecipo con grande entusiasmo alla regata di Pisa, un importante evento sportivo della nostra tradizione. Gli equipaggi, formati da vogatori giovani ma con esperienze internazionali sono carichi e motivati – afferma l’assessore allo Sport e presidente del Comitato cittadino di regata Alessandra Bianchi -. Con orgoglio sottolineo che Genova parteciperà al Palio anche con un equipaggio per la prima volta totalmente femminile che, nella regata del sabato, si misurerà con le atlete di Venezia dando vita ad una competizione sicuramente avvincente. Questa è la dimostrazione della costante crescita del movimento sportivo femminile anche nella disciplina del canottaggio, che vanta atlete di altissimo livello. Il prossimo weekend saremo tutti a Pisa a fare il tifo per i nostri equipaggi, con l’augurio che il galeone bianco di Genova tagli per primo il traguardo».

«Gran parte dell’equipaggio proviene dal college remiero di Pra’, che quest’anno ha avuto un boom di adesioni, 19 su 10 posti disponibili, che gli sono valse il titolo di primo college federale italiano – spiega Marco Dodero, vice presidente del Comitato cittadino di regata – L’augurio è che questa esperienza, fortemente voluta dal sindaco Bucci, dal presidente della FIC Giuseppe Abbagnale, dal rettore Federico Delfino e dal preside della facoltà di Medicina Piero Ruggeri, venga implementata anche con altre discipline sportive, in modo da creare un polo universitario attrattivo».

Sul galeone bianco di Genova saliranno giovani atleti appartenenti alle società di canottaggio genovesi: il capovoga, Lorenzo Gaione è un veterano dell’equipaggio e, fino a luglio, era inserito nel gruppo olimpico. Anche il prodiere Giacomo Costa e il numero 5 Edoardo Marchetti, sono alla quarta edizione consecutiva. Nel loro palmares vantano numerosi titoli italiani e due titoli di campioni del mondo di costal rowing.

Gli altri vogatori sono tutti alla prima esperienza, ma nel corso degli anni hanno maturato competenze internazionali partecipando a mondiali, europei e vincendo campionati italiani. Al numero 2 troviamo Guglielmo Melegari, il più giovane del gruppo ma già capace di arrivare quarto al mondiale juniores dello scorso luglio insieme a Martino Cappagli (numero 7).

Nella parte centrale della barca, in sala macchine, troviamo al numero 3 Edoardo Rocchi, vice campione del mondo junior a Tokyo nel 2019 e partecipante, quest’anno, al mondiale under 23. Al numero 4 siede un genovese che vive alla Spezia e, nonostante voghi da poco più di un anno, è già inserito tra le possibili promesse del canottaggio italiano.

Al numero 6 un altro ragazzo della nazionale under 23: Andrea Licatalosi, vice campione del mondo nella categoria juniores lo scorso anno. Nel difficile campo toscano, la direzione sarà affidata al timoniere Alessandro Calder, due volte campione del mondo di costal rowing, tra il 2018 e il 2019.

Le riserve saranno Riccardo Corsinovi, Luca Carozzino e Michele Maspero.

Nella regata dimostrativa di sabato 10, per la prima volta a difendere i colori della città ci sarà un equipaggio interamente femminile con ragazze di taratura internazionale come Ludovica Costa e Sofia Tanghetti, campionesse del mondo nel 2019, oltre a Ilaria Bavazzano, pluricampionessa italiana e campionessa europea nel canottaggio a sedile fisso.

Nel nuovo staff tecnico, ad affiancare il veterano Enzo Mancuso ci sarà l’olimpionico Giovanni Calabrese, medaglia di bronzo a Sidney 2000 insieme a Giulio Basso, direttore tecnico del college remiero universitario federale di Pra’.

Ecco l’equipaggio maschile:

timoniere Alessandro Calder

  1. Lorenzo Gaione
  2. Guglielmo Melegari
  3. Edoardo Rocchi
  4. Nicolò Pucci
  5. Edoardo Marchetti
  6. Andrea Licatalosi
  7. Martino Cappagli
  8. Giacomo Costa

Riserve: Riccardo Corsinovi, Luca Carrozzino, Michele Maspero

E quello femminile:

timoniere Alessandro Calder

  1. Maria Ludovica Costa
  2. Silvia Tripi
  3. Ilaria Bavazzano
  4. Alice Mancuso
  5. Giada Masini
  6. Martina Fanfani
  7. Valentina Cacciacarne
  8. Sofia Tanghetti

Riserve: Aurora Cavolata, Alessia Della Fazia, Anna Greco, Elisa Dioguardi.

Allenatori: Giulio Basso, Giovanni Calabrese, Enzo Mancuso

PROGRAMMA

Sabato 10 settembre h 16.30 – Palio remiero con equipaggio femminile (1.000 metri) che si svolgerà sul fiume Arno con partenza da Ponte Solferino e arrivo a Scalo dei Renaioli.

Alle 18, nella chiesa Cavalieri S. Stefano, in piazza dei Cavalieri – premiazione del palio remiero femminile e presentazione degli equipaggi

Domenica 11 settembre h 16:30 dal Giardino Scotto – Lungarno Fibonacci, partenza del corteo storico della regata, con oltre 200 figuranti, che sfilerà su Ponte della Fortezza, Lungarno Mediceo, Ponte di Mezzo, Lungarno Galileo Galilei fino allo Scalo Renaioli

Alle 18 da Ponte dell’Aurelia partirà la 67ª regata delle antiche repubbliche marinare, che si concluderà allo Scalo Renaioli.

A seguire, alle 18.30, proclamazione del vincitore e premiazione degli equipaggi.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: