Oggi a Genova 

Il Colombo conferma: «Gabbiano nel motore». Raco era a bordo e racconta la paura

Il comico: «Per un momento ho pensato, eccoci, ci siamo, tra poco saprò cosa c’è dopo speriamo di non sentire troppo male»

Intorno alle 7.20 di questa mattina il volo AZ1380 da Genova a Roma è decollato dal “Cristoforo Colombo” con circa 80 passeggeri a bordo. Al momento del distacco dal suolo un volatile ha colpito il motore destro dell’aereo. L’equipaggio del volo ha deciso di rientrate all’aeroporto di partenza, dove sono state attivate le procedure di intervento previste in casi analoghi, con il dispiegamento dei mezzi e del personale di soccorso a scopo puramente cautelativo. L’aereo ha toccato il suolo intorno alle 7.30 e poco dopo i passeggeri sono stati sbarcati. L’aeromobile è ora parcheggiato sul piazzale dell’aeroporto in attesa di ulteriori verifiche tecniche da parte della compagnia aerea. Il personale dell’aeroporto ha fornito ai passeggeri informazioni e assistenza per la riprogrammazione del loro viaggio.

L’aeroporto di Genova dispone di mezzi tecnici, procedure e personale specificamente addestrato per garantire le operazioni di volo in piena sicurezza nonostante la presenza occasionale di volatili, caratteristica comune a tutti gli scali aerei siti in prossimità della costa. Sulla pista vengono svolte ripetute ispezioni 24 ore su 24 per verificare l’eventuale presenza di volatili e nel caso allontanarli. L’ultima ispezione prima del decollo del volo AZ1380 è avvenuta alle ore 7.13. L’infrastrutturae il personale aeroportuale sono inoltre dotati di impianti, attrezzature e dispositivi finalizzati allo stesso scopo, tra cui veicoli opportunamente allestiti con fari ad alta intensità,cannoncini acustici e sirene. È inoltre presente un impianto di diffusione sonora centralizzato e sono impiegate, in caso di ulteriore necessità, torce laser e pistola lanciarazzi. Il tutto è gestito con un sistema informatico GPS per il tracciamento e l’analisi dei monitoraggi e rilevazioni effettuate. Le attività e gli impianti utilizzati sono costantemente verificati da numerosi processi di verifica interna e attraverso audit da parte degli Enti competenti.

Il complesso dispositivo di sicurezza brevemente descritto, comprensivo di mezzi tecnici, procedure e personale qualificatogarantisce negli anni il mantenimento del numero di eventi come quello di questa mattina, infrequenti ma non eccezionali, ben al di sotto della soglia minima di attenzione prevista dalle normative.

In copertina: foto di repertorio

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: