Enti Pubblici e Politica 

Bucci, discorso di insediamento: «Obiettivo: migliorare qualità e tono di vita dei genovesi»

«Grandissima attenzione al lavoro e alla crescita dei posti di lavoro, specialmente quelli a tempo indeterminato, ricordandoci che è con il lavoro che si sconfigge la povertà»

Il sindaco Marco Bucci, dopo il giuramento di rito, comunica al Consiglio Comunale ed alla Città la composizione della Giunta, confermando di tenere per sé la delega alla Cultura che «nei prossimi mesi» sarà assegnata ad un assessore ad hoc.

Ecco il discorso d’insediamento.

«Torniamo in quest’aula dopo pochi mesi. È un ritorno che dice molte cose. Abbiamo lavorato tanto negli ultimi 5 anni e nel prossimo mandato faremo molte cose nuove, progetti, finanziamenti. L’Aula sarà protagonista di un periodo assolutamente unico per la storia della Città. Abbiamo una grande responsabilità e la dobbiamo vivere tutti insieme. Sottolineo che come Consiglio Comunale rappresentiamo la volontà di tutti i cittadini e la stessa cosa vale per il sindaco e la Giunta. Abbiamo il dovere di ascoltare tutti, ma anche di prendere decisioni che non faranno tutti contenti: ma va bene così, questo è il sistema in cui viviamo. È essenziale che la Città progredisca per garantire a tutti migliori condizioni di vita e un futuro migliore per Genova, i cittadini, i turisti, chi ci viene a trovare e chi è attorno a noi. Ci sono tante cose da fare, cito soltanto 3 o 4 punti chiave su cui ci concentreremo. Abbiamo da investire una grande quantità di fondi, non solo del PNRR. Le risorse europee sono meno di un terzo dei fondi a nostra disposizione. Ci sono i fondi strutturati del Governo che siamo stati bravi a conquistare negli anni passati, da spendere con celerità ed efficienza. Parliamo come noto di 6+2 miliardi di euro, che andranno a finanziare progetti al di fuori del PNRR come il Waterfront di Levante e la riqualificazione delle case popolari come abbiamo cominciato a fare con la demolizione della Diga di Begato: un tipo di approccio da portare avanti ed applicare anche ai servizi sociali, su cui non dico di fare una rivoluzione ma un’evoluzione in senso più moderno, coinvolgendo sempre di più le associazioni del Terzo Settore. Ho tenuto la delega alla cultura, ma stiamo cercando persone con caratteristiche adeguate alle potenzialità ed ai risultati ottenuti in questi anni dalla Città in campo culturale, con il programma degli eventi 2022 che è stato il più bello degli ultimi 20 anni. A questo proposito, voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato a questi eventi. In futuro ci aspettano molti grandi appuntamenti, non solo The Ocean Race ma anche Genova Capitale Europea dello Sport 2024: una rassegna di livello internazionale con un ricchissimo cartellone di eventi sportivi, dai quali ci aspettiamo l’arrivo di tante persone ed investimenti per la Città. Abbiamo tante cose da fare per l’obiettivo ultimo di aumentare la qualità di vita dei cittadini e migliorare il loro tenore di vita, ma daremo ovviamente grandissima attenzione al lavoro ed alla crescita dei posti di lavoro, specialmente quelli a tempo indeterminato, ricordandoci che è con il lavoro che si sconfigge la povertà. Chi è in grado di creare lavoro è il benvenuto a Genova e va data loro l’occasione di creare occasioni di lavoro, con ricadute economiche ed occupazionali positive per la nostra città. Concludo dicendo che abbiamo tanto lavoro da fare, tutti assieme. Ed è un piacere avere sentito dal consigliere Dello Strologo e da altri consiglieri la disponibilità a collaborare quando le cose sono utili alla Città. Non faremo tutto insieme, ma me ne auguro una buona percentuale, il tutto per costruire qualcosa di importante per Genova. I cittadini vogliono da noi una migliore qualità di vita e vogliono che facciamo qualcosa di importante per rendere migliore la Città. Su questo garantisco il mio impegno personale e della Giunta. Lo dico a chi ci ascolta: ci impegniamo formalmente per la nostra città. E adesso al lavoro per Genova.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: