Cronaca 

Spaccia per comperare casa alla mamma sfrattata. Arrestato

Nei guai un ventinovenne che oltre a 2 chili di hashish e marijuana e 80mila euro è stato trovato in possesso di materiale utile al confezionamento e bilancini di precisione. Quando gli hanno chiesto perché avesse tanti soldi in contanti ha risposto che li avevi ricavati dallo spaccio e dalla vendita di videogiochi d’antan e che aveva deciso di diventare un pusher per comperare casa alla mamma sfrattata

La Polizia di Stato ha arrestato un 29enne per detenzione di sostanza stupefacente al fine di farne commercio, soprattutto nei pressi della zona industriale di Carasco.

[continua sotto]

Da alcuni mesi la Squadra Investigativa del Commissariato di Chiavari stava monitorando un’attività di spaccio di hashish e marijuana che ha già portato dall’inizio dell’anno ad alcuni arresti e a numerose denunce.

Lo scorso 1º giugno, dopo aver localizzato l’appartamento del 29enne, gli agenti si sono introdotti all’interno hanno rinvenuto 2 chili di stupefacente del tipo hashish e marijuana, già suddiviso in dosi pronte alla vendita, materiale utile al confezionamento, vari bilancini elettronici di precisione e 80.000 euro in contanti.

Alla richiesta di come mai fosse in possesso di tale somma l’uomo ha risposto che in parte era il ricavato della vendita di alcuni videogiochi rari e alcune card da gioco da collezione e in parte era, in effetti, provento di spaccio e che tale somma la stava mettendo da parte per riacquistare la casa di proprietà della mamma che era stata pignorata dal tribunale.

Dopo l’arresto il giovane è stato accompagnato presso il carcere di Marassi e il GIP oltre che ad aver convalidato l’arresto ha confermato la misura cautelare in carcere.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: