Regione, approvato il nuovo calendario venatorio

man wearing gray and black camouflage jacket holding rifle walking on grass field

Aprirà la terza domenica di settembre in Liguria nelle zone consentite e si chiuderà il 30 gennaio 2023

L’attività venatoria in Liguria sarà disciplinata dal nuovo calendario approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale alla Caccia Alessandro Piana. La caccia alla selvaggina stanziale e migratoria è consentita in tutta la regione per tre giornate a settimana a scelta del cacciatore.

«Con questo documento programmatico – spiega Piana – si regolamenta l’attività venatoria, le specie che possono essere prelevate e i relativi periodi di caccia, il carniere massimo giornaliero, gli orari nei quali potrà essere esercitata l’attività venatoria. Per quanto riguarda il cinghiale, la caccia da parte delle squadre è consentita sino all’esaurimento dei contingenti stabiliti dalla Regione dal 2 ottobre al 1° gennaio, secondo le disposizioni di legge e tenendo conto delle norme di prevenzione ed eradicazione della peste suina africana».

«Tra le specie di maggiore interesse venatorio di cui è prevista l’apertura alla terza domenica di settembre (18 settembre 2022) si segnalano la lepre, la pernice rossa, il fagiano, la starna, il merlo, il tordo bottaccio e il colombaccio, assieme alla maggior parte delle specie acquatiche – recita una nota della Regione -. Nei mesi di ottobre e novembre è prevista la possibilità, per chi pratica la caccia dell’avifauna migratoria da appostamento, di effettuare due giornate aggiuntive per il prelievo di colombaccio, merlo e tordo bottaccio e di una giornata aggiuntiva per tordo sassello e cesena. La caccia alla beccaccia sarà consentita dal 1° ottobre al 19 gennaio, nel mese di gennaio solo in forma esclusiva e per un massimo di due giornate settimanali, a scelta del cacciatore. In attuazione delle indicazioni nazionali e comunitarie, è sospesa la caccia a moriglione, pavoncella e tortora selvatica. Tutte le informazioni saranno disponibili al sito web regionale».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: