Agente di Pl salva giovane che si era impiccato a una ringhiera delle scale dalle “Lavatrici” di Pra’

L’agente ha trovato il 25enne già appeso alla corda e con i piedi senza appoggio nel vano scale. Gli ha sostenuto le le gambe e ha chiesto a un residente di tagliare la fune continuando a sostenerlo fino all’arrivo dei soccorsi

Quando, nel tardo pomeriggio di ieri, un suo conoscente lo ha chiamato per dirgli di allertare i soccorsi perché aveva intenzione di farla finita, l’agente di Polizia locale, che è anche milite di una pubblica assistenza del ponente cittadino, è riuscito a farsi dire dove si trovasse ed è volato sul posto, nella parte popolare delle Lavatrici di Pra’, in via Cesare Pavese.

Quando è arrivato e ha capito che la minaccia del suo conoscente (che non abita nelle “Lavatrici”, dove invece risiedeva un suo parente defunto) era concreta, l’agente ha chiesto subito ausilio ai colleghi in servizio, quindi è arrivato all’ultimo piano del palazzo dove ha trovato l’amico già appeso, con l corda attorno al collo e le gambe senza appoggio esterne alla ringhiera del vano scala del 3° piano. Il giovane era cianotico ma ancora vivo, l’agente gli ha sostenutole le gambe e chiesto aiuto ad un residente per tagliare la corda, continuando a sostenere il tentato suicida fino all’arrivo dei soccorsi, e salvandogli di fatto la vita.

Sul posto sono arrivati i soccorsi sanitari che, dopo le prime cure, hanno trasportato il ragazzo salvato per un soffio all’ospedale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: