Natale: Tasca e Bucci a Sant’Egidio. Con i poveri nella pandemia per non lasciare solo nessuno

Pranzo con green pass nella basilica dell’Annunziata ed in decine di luoghi della città – Eventi con doni e pasti natalizi per 10mila persone a Genova per lanciare un messaggio di speranza

Dopo lo stop dello scorso anno imposto dalla pandemia torna, grazie alle vaccinazioni, il pranzo di Natale per le persone seguite dalla Comunità di Sant’Egidio, nel rispetto delle misure anti-Covid.

Il 25 dicembre 220 persone senza dimora, anziani e rifugiati, muniti di green pass, si troveranno nella basilica in cui si raccoglie ogni giorno Sant’Egidio a Genova.

L’arcivescovo di Genova Marco Tasca parteciperà al pranzo. Porterà un saluto anche il sindaco Marco Bucci.

A tavola verrà servito, con apparecchiatura e posate compostabili, il menù tradizionale della festa (torte di verdure, lasagne alla Portofino, bocconcini di pollo con verdure, panettone) e ciascuno riceverà un dono personalizzato, come avviene in ogni famiglia.

Tante le iniziative che si terranno in contemporanea, anche grazie alla campagna sms con il numero solidale 45586, e che raggiungeranno complessivamente 10mila persone a Genova, 80mila in Italia e 240mila nel mondo (“feste del dono”, con distribuzioni di pasti da asporto, regali e pacchi alimentari) per lanciare un forte messaggio di speranza di fronte ad una pandemia che sta ancora provocando forti difficoltà non solo per la salute ma anche a livello economico e sociale.

Altri pranzi si terranno in tutti i quartieri della città: in chiese (Santa Maria Delle Grazie a Sampierdarena, Santi Andrea e Ambrogio a Cornigliano, San Francesco a Bolzaneto, Nostra Signora degli Angeli a Voltri in collaborazione con i Frati Minori), luoghi istituzionali (la sede del Municipio VII Ponente di Pegli), locali di Sant’Egidio nelle delegazioni. La sera del 24 dicembre e il 25 a pranzo, inoltre, i circa 2000 volontari della Comunità raggiungeranno centinaia di senza dimora e persone sole a casa con un pasto caldo e un regalo. Inoltre, a tutti i bambini seguiti da Sant’Egidio, Babbo Natale busserà alla porta per portare un giocattolo nuovo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: