Immagini della “Commedia” nelle incisioni degli allievi dell’Accademia di Belle Arti

4 novembre – 4 dicembre al Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti (Largo Pertini 4).
In occasione delle celebrazioni dantesche 2021 l’Accademia Ligustica di Belle Arti è lieta di riaprire al pubblico la propria Sala Conferenze, recentemente ristrutturata, con una mostra collettiva di opere incisorie degli studenti di Grafica d’Arte, realizzate sotto la guida del docente e incisore professor Luca Daum

L’esposizione è a cura della docente e vicedirettrice dell’Accademia professoressa Alessandra Gagliano
Candela e del Conservatore del Museo prof. Giulio Sommariva.

Il Museo dell’Accademia riconferma la propria vocazione didattica, tra l’osservazione diretta delle
opere e l’espressione pratica, offrendo al pubblico la possibilità di osservare in prima persona i
procedimenti e le tecniche utilizzate dai giovani incisori con tre appuntamenti di dimostrazione
pratica, che si svolgeranno al sabato pomeriggio.

Dante Alighieri ritorna a Genova, la città di «uomini diversi d’ogni costume..» e questo ritorno assume
un valore particolare, poiché gli artefici sono gli studenti del corso di Grafica d’Arte dell’Accademia
Ligustica, sotto la guida del docente Luca Daum. Quaranta lavori interpretano passi della “Divina
Commedia”, scelti tra le tre Cantiche e ambientati nella città e nelle sue vicinanze.
Frutto di una ricerca su più piani, che ha combinato lo studio dell’illustrazione del poema dantesco ad
opera di artisti come Gustave Doré, Amos Nattini, Jean-Edouard Dargent, Go Nagai, riprendendo la
tradizione dell’incisione “d’après”, con la collocazione delle scene nella città e la sperimentazione
tecnica sui linguaggi della grafica d’arte, il progetto in mostra testimonia uno straordinario incrocio tra
passato e presente.
Una Genova trasfigurata accoglie il poeta e i personaggi del suo poema in chiave contemporanea,
dando vita ad opere che uniscono vigore e freschezza.
Da San Pietro in Banchi alla Lanterna, da Piazza San Matteo al Ponte Morandi, da Staglieno al
Passo del Turchino, da San Torpete al casello dell’autostrada, dalla Spianata di Castelletto alla Torre
Gropallo di Nervi, i lavori guidano il visitatore in un viaggio appassionante nel mondo di Dante che si fa
quello di tutti i giorni, dove l’immagine del Poeta incontra le apocalissi della quotidianità.
I giovani incisori in mostra
Matteo Badano, Alice Baiardi, Lorenzo Balbo, Pietro Bassi, Alice Benedetti, Francesco Bottalico, Lucia
Bruno, Iris Carletti, Mauro Casalino, Matteo Catto, Angelica Chiurchi, Giulia Cocciolo, Elena Crepaldi,
Camilla Fadda, Olga Firsova, Eleonora Furini, Marta Galea, Simone Garbarino, Giulia Gualberti, Marina
Lemucchi, Adriana Lombardo, Alessandro Lorusso, Luca Marzocchi, Martina Monterosso, Alessandra
Muller, Giulia Negrotto Cambiaso, Veronica Novara, Anna Nutarelli, Federico Seves, Alessia Tessitore,
José Traverso, Chiara Ursidio

Ingresso gratuito

apertura al pubblico giovedì 4 novembre, ore 17.00

~ la mostra sarà visitabile fino a sabato 4 dicembre

aperture settimanali

dal martedì al sabato, dalle 14.30 alle 18.30

Per garantire l’accesso in sicurezza verranno attuate le seguenti procedure in ingresso: misurazione della temperatura corporea, compilazione dell’autocertificazione: Covid, controllo elettronico del GreenPass

L’impressione a rilievo, dimostrazioni pratiche di incisione e stampa

Sabato 13, sabato 20 e sabato 27 novembre a partire dalle ore 15.00 il docente e incisore prof. Luca Daum e i propri allievi, illustreranno le fasi operative di quattro differenti tecniche di stampa a rilievo: linoleografia, xilografia su legno di filo e di testa, acquaforte a rilievo e scrape engraving. Seguirà l’impressione a mano ed al torchio di alcune matrici. Le stampe ottenute verranno omaggiate al pubblico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: