In 1.500 a De Ferrari per protestare contro lo stop al Ddl Zan

All’iniziativa organizzata da Liguria Rainbow sono arrivati Arcigay, Arcilesbica, l’associazione dei genitori Agedo, ma anche diversi partiti politici: il Pd (anche con i Giovani Democratici), Possibile, Volt, diversi rappresentanti dei partiti comunisti. Per la cronaca: no, nessuna bandiera di Italia Viva

Genova è stata una delle prime città a organizzare manifestazioni di protesta, previste in tutta Italia nei prossimi giorni. In piazza, tra i 1500 manifestanti, moltissimi giovani, ma anche 40/50/60enni. Al microfono si sono alternati Ilaria Gibelli, Mattia Piccinini e Stefano Musso di Liguria Rainbow, Federico Orecchia (presidente genovese di Arcigay), Fiorenzo Gimelli (presidente nazionale Agedo) e Donatella Siringo (presidente genovese Agedo) oltre alla ricercatrice Unige Luisa Stagi.

Nel mirino, il voto segreto per la “tagliola”: il meccanismo che, su proposta di Lega e Fdi, ha permesso a chi ha deciso di tradire l’indicazione del proprio gruppo che si era espresso a favore, di archiviare la discussione del Ddl Zan. La manifestazione è terminata al grido di “vergogna”.

Nel video sotto: tutti i discorsi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: