Il Municipio Bassa Valbisagno lancia l’allarme sicurezza, degrado e abuso di alcol

Proposta dal Pd votata all’unanimità. Il presidente Massimo Ferrante: «Problemi di sicurezza legata all’abuso di alcol nella zona di piazza Raggi, via Canevari, piazzetta Firpo, piazza Manzoni». Un problema che è sotto gli occhi di tutti e che secondo il Municipio si può contenere con un’ordinanza simile a quella applicata ad altre zone della città

La mozione è indirizzata al sindaco Marco Bucci, all’assessore alle Vallate Paola Bordilli e all’assessore alla Sicurezza Giorgio Viale che vengono sollecitati a «trovare una risoluzione della situazione di degrado venutasi a creare nella zona in oggetto dovuta al consumo smodato di bevande alcoliche, considerando la possibilità dell’adozione di ordinanze ad hoc come già avviene per altre zone della città e/o comunque una soluzione che risolva in tutto il territorio cittadino»

Secondo la mozione approvata all’unanimità «il Comune di Genova ha rinnovato le ordinanze anti-alcol per i quartieri di Sampierdarena, Di Negro e centro storico, per tutelare la salute pubblica e arginare gli episodi di degrado connessi al consumo smodato di bevande alcoliche. In particolare l’Ordinanza Sindacale anti alcol sul centro storico di Genova, che prevede il divieto di consumo e detenzione (finalizzata all’immediato consumo sul posto in contenitori privi della chiusura originaria) di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in area pubblica o aperta al pubblico ad eccezione dei dehors ogni giorno dalle ore 00.00 alle ore 07.00, è stata prorogata al 01.09.2022. In data 10.08.2021 poi il Comune di Genova ha firmato un’ordinanza che vieta la detenzione e il consumo di bevande alcoliche in corso Italia, ogni giorno dalle 00.00 alle 07.00 del giorno successivo e fino al 30 settembre 2021, al di fuori delle superfici di somministrazioni autorizzate».

Per la zona compresa tra piazza Raggi, via Canevari, piazzetta Firpo, piazza Manzoni e piazza Giusti non è stata, però, ad oggi, firmata alcuna ordinanza di divieto di detenzione e consumo di bevande alcoliche nonostante abbia gli identici problemi delle zone dove i divieti sono stati introdotti.

«Tenuto conto che – recita la mozione – la libera assunzione di bevande alcoliche, possibile in questa porzione di territorio, ha incrementato la frequentazione di soggetti che oltre ad abusare, disturbano i pas- santi e la quiete dei residenti, spostando cioè il problema dalle zone Sampierdarena, Dinegro, Centro Storico, zona Corso Italia, senza risolverlo; il degrado connesso all’abuso di bevande alcoliche si protrae nelle aree pubbliche della zona compresa tra piazza Raggi, via Canevari, piazzetta Firpo-piazza Manzoni, piazza Giusti anche di giorno; numerosi sono stato gli interventi delle Forze dell’Ordine; il degrado è crescente e i residenti sono esasperati; a volte i genitori devono condi- videre gli spazi pubblici adibiti a gioco per i propri figli con chi abusa di alcol e per tale motivo perde spesso i freni inibitori» e «rilevata la necessità di un’analisi del problema dell’abuso di bevande alcoliche e la necessità della ricerca di soluzioni che tengano conto di tutto il territorio della città di Genova al fine di evitare il semplice spostamento del problema» il consiglio tutto ha impegnato il presidente e la giunta Municipale a «sollecitare il Sindaco di Genova e l’Assessorato competente ad una risoluzione del- la situazione di degrado venutasi a creare nella zona in oggetto dovuta al consumo smodato di bevande alcoliche, considerando la possibilità dell’adozione di ordinanze ad hoc come già avviene per altre zone della città e/o comunque una soluzione che risolva in tutto il territorio cittadino».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: