Cartello a Ottone: per l’Anas Genova confina con Bologna

Non lo sentite questo profumo di tortellini che pervade l’aria da qualche tempo? Sarà perché, per qualche singolare movimento tellurico, Genova s’è avvicinata tanto a Bologna che i territori delle due città metropolitane ora confinano. State tranquilli, non è successo niente, nessuna voragine ha inghiottito il Piacentino, il Reggiano e il Modenese: è solo che l’Anas ha varato la… cartellonistica “creativa”

Il cartello maldestramente piazzato da Anas, che fa parte del gruppo Fs, si trova tra Gorreto e il comune di Ottone, in provincia di Piacenza, in Emilia Romagna, proprio al confine con la Città Metropolitana di Genova e, quindi, con la Liguria. Il comune piacentino dove tanti genovesi hanno la seconda casa è a 59 km da piazza De Ferrari, cioè a circa un’ora e mezza di auto lungo la SS45. Bologna è circa a 300 km, chilometro più chilometro meno, a seconda della strada scelta.

I “creativi” di Anas, col cartello piazzato senza che nessuno (nemmeno chi lo ha installato che avrà ben saputo dove stava) si avvedesse che era nel posto sbagliato, inghiottono in un sol colpo 3 province: Piacenza, ma anche Reggio Emilia oltre a Modena e al Modenese.

Niente da fare, niente tortellini per cena…

[Ps: lo sappiamo che i cartelli sono relativi al compartimento Anas, ma all’automobilista importa poco dei compartimenti Anas e se i cartelli sono uguali a quelli stradali si ingenera confusione].

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: