In coda alla Asl di via Assarotti. Il numero 1º se lo aggiudica un uomo arrivato alle 4:30 del mattino

Quelli appena successivi a persone arrivate alle 5. Una donna arrivata alle 7 ha preso il numero 70, l’ultimo ad essere distribuito. Chi è arrivato dopo non potrà accedere. Il servizio apre alle 8:15

Continuano le code alla sede Asl di via Assarotti. La situazione è praticamente invariata da quest’inverno: chi vuole accedere al servizio deve accamparsi e attendere ore in piedi prima dell’apertura che avviene alle 8:15.

Chi ha bisogno di sganciarsi presto per andare a lavorare non ha alternative al presentarsi che è ancora notte. Oggi un uomo è arrivato alle 4:30 per essere certo di essere il primo e poter uscire dagli uffici per le 8:30, 4 ore dopo essersi messo alla testa della coda.

I “fortunati” possessori dei numeri immediatamente seguenti sono arrivati alle 5, perché chi deve andare a lavorare non può fare diversamente. La “meno mattiniera”, l’ultima ad aggiudicarsi il numero (il 70) è arrivata alle 7 in punto. Tutti quelli che sono arrivati dopo, pensando che un’oretta di anticipo potesse bastare, sono rimasti delusi. Davanti alla sede della Asl rimane un bel gruppetto di persone che sperano di venire recuperate per l’abbandono di chi ha conquistato il numero e non può permettersi di aspettare.

Il gruppo delle persone senza numero

Aggiornamento: uno sportello speciale è stato aperto solo per il cambio di medico e il rinnovo della tessera sanitaria. Le operazioni si sono, così, velocizzate moltissimo. Le persone ancora in coda senza numero e stanno ancora attendendo sperano, così, di poter accedere allo sportello.

In copertina: la coda alle 7 del mattino e l’ultimo numero distribuito

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: